Recensione per “Falliti – Storie di ordinaria quotidianità” di Vito Maselli – Edito Les Flaneurs Edizioni

fallimento

Chi sono i Falliti ?

Quando per la prima volta ho guardato la cover di questo libro è stata la prima domanda che mi sono posta. Si tratta di una raccolta di racconti, legati da un visibile e sottile filo che lo scrittore con estrema bravura, come un abile “chirurgo”, è riuscito a tenere assieme, ricucendoli e ciascun racconto è un microromanzo perfettamente riuscito e di cui il lettore ne resterà particolarmente colpito.

Ogni racconto racchiude un piccolo mondo, un pezzo di vita, un fallimento personale o lavorativo, il non sentirsi all’altezza, “arrendersi” come unica alternativa, e non c’è cosa più triste. I fallimenti, a volte, possono condurre gradualmente al successo, ma come? Andare avanti e rialzarsi sempre. Siamo complicati, ne siamo fin troppo consapevoli, ognuno con piccoli o grandi drammi, con debolezze e paure, ciò non significa essere dei “falliti”. Il vero fallimento è non concedersi una seconda, terza o quante possibilità siamo in grado di concederci. Nulla impedisce di rimediare ai nostri errori, commiserarsi? No. È la commiserazione, il vero veleno dei nostri giorni. Mi sono piaciuti, particolarmente due racconti “Nido di vespa” e “269”, quali saranno i vostri preferiti?

Lo stile di Vito Maselli è fresco, diretto, con una scrittura cristallina e interessante, in grado di mantenere alta l’attenzione del lettore. E vi assicuro che è davvero un bel traguardo. Dunque, senza troppi giri di parole, vi invito a leggere “Falliti” e vi garantisco una piacevole lettura. Complimenti Vito , continua così.

A volte le storie reclamano con tanta insistenza di essere raccontate che si finisce per scriverle solo per farle tacere”

COPERTINA-Definitiva-3-copia

Buona lettura Ilaria Grossi – Reviews Rose

Comments

More from Ilaria Grossi

Recensione: “Enrico fatto di vento” di Teresa Antonacci edito Les Flaneurs Edizioni.

Chicca è un insegnante alla soglia dei quarant’anni e vive a Milano....
Read More