Recensione “L’amore che mi resta” di Michela Marzano edito Einaudi

MichelaMarzano_LAmoreCheMiResta-tmb-1024x538

Ho deciso solo ora di leggere questo romanzo, aspettavo il momento giusto. Perché?

È così, ci sono libri che ti scelgono e libri che cerchi senza volerlo. È una storia forte, la morte di una figlia, il dolore  di una mamma, l’abbandono, l’adozione, la paura di essere abbandonati, la paura di non essere capiti.

“Ma quando sei venuta a prendermi era perchè volevi una bambina o perchè mi volevi bene?”

“L’amore che mi resta” è un romanzo che denuda l’anima, mette in luce la fragilità insita in ognuno di noi. Parlare di dolore non è facile, ne abbiamo paura solo a nominare la parola, paura ad essere risucchiati dal vuoto e dal freddo del nulla. E chi resta? Dovrà convivere per sempre con il dolore. E l’amore? Quando  si smette di cercare il suo aiuto? Quando passa? Quando farà meno male? L’amore è in grado di salvarci? “L’amore che mi resta” è dolce e lieve come una carezza ma capace di toccare le più profonde corde della nostra anima. Anima che spesso mettiamo sotto i piedi, dovremmo regalarle leggerezza e capacità di volare via per poi ritornare più forte di prima.

“Senza amore si è morti, prima ancora di morire”

Lo ammetto, mi sono commossa in molti punti del romanzo, le prime pagine e le ultime. Le lacrime venivano giù spontaneamente. Sono mamma anch’io e la mia piccola si chiama Giada. Lacrime che mi hanno liberato un pò. Ora, mi sento più leggera.

Grazie, grazie davvero, Michela Marzano. Stile fluido, cristallino e impeccabile. Lo consiglio.

Buona lettura da Ilaria Grossi – Reviews Rose

9788806234386_0_240_0_0

Comments

More from Ilaria Grossi

Recensione: “La bugiarda” di Dino Cassone edito Les Flaneurs Edizioni.

Bologna, 1918. Nasce Luisa, una piccola principessa frutto di un grande amore...
Read More