Euroluce 2017: le tendenze dal Salone internazionale dell’illuminazione

euroluce 2017

2000 espositori da 165 paesi. Questi sono i numeri della 56° rassegna del Salone internazionale del Mobile 2017. Un punto di riferimento, il più importante nel mondo, in ambito di design, arredi e complementi. All’interno della fiera di Milano a Rho, parallelamente prende vita un’altra realtà. Mi riferisco ad Euroluce 2017, l’appuntamento biennale, che dal 2011 si fa portavoce delle nuove tendenze e tecnologie per l’illuminazione d’interni ed esterni. In questa edizione 2017 sono presenti 450 espositori, di cui la metà esteri, con grande attenzione per i famosi brand come Artemide, Flos e Foscarini.

Ma quali sono le novità di quest’anno? Sicuramente possiamo parlare di luce “a misura d’uomo”. Intelligente, sartoriale, a basso consumo energetico, con design creativi alla scoperta di nuovi materiali, con un occhio di riguardo alla sostenibilità. Il led ad esempio, oltre ad abbattere i consumi energetici, si presta nella realizzazione di fasce luminose, che grazie ai designers prendono forme artistiche e davvero originali. È il caso delle “collane di luce” di Giovanni Battista Gianola, fondatore di Argine di Treviso e art director del brand Masiero. Come fili di luce, rimangono sospesi nelle forme sinuose finemente ricamate e decorate da esperti artigiani. È possibile vivere un’esperienza sensoriale unica.

luci
Masiero

Eteree, essenziali, funzionali ed eleganti, queste sono le caratteristiche di Euroluce 2017 per lampade da terra, da tavolo, lampadari sospesi, da muro, applique, paralumi e diffusori di luce di ogni genere. Quando parliamo di nuovi materiali e sperimentazioni possiamo dire che l’ottone e il vetro quest’anno fanno da padrone. Il lavoro artigianale rimane sempre il must-have per esprimere creatività ed unicità, così tra le porcellane cinesi e il vetro soffiato di murano, i designer riscoprono il valore della “personalizzazione”.

ottone
Masiero

Cerchi, cilindri e sfere. Queste sono le forme di tendenza di Euroluce 2017. Armoniose, evocative, stimolano l’immaginazione e sono in grado di rendere gli ambienti rilassanti. La perfezione racchiusa nella sfera assume aspetti primordiali e legati alla natura, soprattutto quando dall’interno si sprigiona la luce che illumina tutto l’ambiente. Notate anche voi un richiamo alla luna e al sole?

fiore
Lampada da tavolo di Matteo Tosi C_lamp

 

serendipity
Serendipity di Melogranoblu

Greenery, stampe floreali ed elementi del giardino. Dal colore Pantone di quest’anno, che richiama una tonalità di verde presente in natura, alle stampe floreali, fino all’illuminazione outdoor che richiama il gardening. Sostenibilità, elementi naturali e uno stile di vita legato al giardino e alla terra in generale, coinvolgono anche l’illuminazione. Che ne dite di questa vanga e rastrello?

la la O
Matteo Ugolini per Karman
flowerpower
Flower Power di VG, tripudio di tulipani

Impatto scenico e giochi di luce. Sol_03 di Luceplan, disegnato dal designer norvegese Daniel Rybakken, riflette e diffonde la luce grazie a delle installazioni di grandi dischi di alluminio, traslucidi e leggeri, posizionati ad una breve distanza dalla fonte luminosa a led. L’effetto, come potete vedere nella foto, è incredibile, e ha stupito questa edizione di Euroluce 2017. La luce di una sola lampadina, si diffonde in tutto l’ambiente, “rimbalzando” su più pareti. Ancora una volta la natura è stata fonte di ispirazione. Il faro potrebbe essere il sole, e il disco riflettente uno specchio d’acqua, che ne dite?

sol
Sol_3

Lampade a luci spente, veri e propri oggetti di design e arredo. E’ sempre stato molto importante per i designer consegnare un oggetto utile, funzionale ma anche esteticamente bello e decorativo. Proprio le lampade, importanti per illuminare in modo sapiente gli ambienti, per molte ore della giornata rimangono spente. Come integrarle al meglio, anche quando non sono accese? Con forme creative e materiali trasparenti. La caratteristica armoniosa sferoidale, come già detto , è l’ingrediente di quest’anno, così come il vetro. Questo in particolare è soffiato cristallo. Trasparente e “leggero”, occupa spazio senza farlo notare.

Aella di Leucos – design Toso & Massari

Decorare con la luce, giocare con i colori. Il led è la tecnologia di riferimento quando si parla di Euroluce 2017. Una rivoluzione che, già da qualche anno, ha rimpiazzato luci pubbliche e private in tutta Europa. Abbatte i costi energetici, ha prestazioni nettamente migliori, e si presta per l’illuminazione d’arredo attraverso punti luce. Così non poteva mancare una tecnologia originale proposta da Blueeco. Le candele di cera con “fiamma” a led infatti, oltre a creare lo stesso effetto vibrante della fiammella, sono dotate di telecomando, con il quale si può scegliere il colore della luce. Dal rosso al blu, dal giallo naturale al verde fino al viola e all’arancione. Ogni sera il colore dell’atmosfera cambia, divertente no?

www.blueeco.it

Comments

More from Eleonora De Paolis Foglietta

Che cos’è il BLACK FRIDAY, perché lo abbiamo fatto GREEN?

CHE COS'È IL BLACK FRIDAY? Il Black Friday quest'anno cade oggi 25 novembre....
Read More