Nell’articolo pubblicato settimana scorsa si parlava delle canzoni di Natale (vedi qui) e di quanto alcuni progetti vengano istituiti con il puro scopo di fare beneficienza. Quest’anno, come già citato, potete trovare “Do they know it’s Christmas?” che è stata nuovamente incisa per raccogliere dei fondi per combattere questa crisi generata dal virus Ebola, poi si può scaricare il medley “Good Guys / Happy Ending”, cantato da Mika durante la finale di X-Factor giovedì scorso, per aiutare la raccolta fondi a favore dell’Unicef, insomma ci sono tanti mezzi da utilizzare per aiutare gli altri, basta solamente adoperarli nel modo giusto.

Anche la radio ha la sua parte e infatti, venerdì 19 dicembre, torna su Radio Deejay, per il decimo anno consecutivo, lo Zozzoni Day. Organizzato dal Trio Medusa che per un giorno “ruba” le vesti di direttore artistico a Linus (che tra l’altro in questi giorni ha festeggiato il ventennale della sua direzione) e smista un po’ le carte per quanto riguarda l’organizzazione del palinsesto radiofonico, ma la cosa principale della quale si occupano è la raccolta fondi in favore del Cesvi, in particolare per il progetto “Fermiamo l’AIDS sul nascere“. Progetto avviato nel 2001 nell’ospedale Saint Albert in Zimbabwe, che si impegna ad aiutare le mamme sieropositive a non trasmettere il virus dell’HIV ai neonati, ma non solo, lavora anche a dei progetti di supporto agli orfani e ai ragazzi di strada a rischio HIV in Zimbabwe e in Congo, con lo scopo di costruire delle strutture affinché possano essere ospitati o con la creazione di attività artistiche e sportive che gli aiutino ad evitare di entrare in contatto con l’AIDS ma sopratutto che ne evitino l’esclusione sociale.

In questi dieci anni sono stati raccolti più di 1.400.000 euro< che hanno portato già dei grandi risultati, come la costruzione di “Casa per le mamme” per l’ospedale Saint Albert, dove più di 150 donne posso ricevere ogni giorno tutte le cure necessarie 24 ore su 24, si è contribuito ad offrire la terapia e l’assistenza psicologica a più di 900 mamme, si è riusciti a far nascere più di 4.000 bambini sani da mamme sieropositive e si è avuta anche la possibilità di fare il test dell’HIV a più di 90.000 donne.

È stato fatto tanto ma tutto questo non basta, bisogna andare avanti per cercare di diminuire sempre di più il contagio e soprattutto bisogna lavorare sulla prevenzione, perché il 70% dei nuovi casi di HIV, a livello mondiale, accade proprio nella parte subsahariana dell’Africa, per questo il 12 dicembre scorso (e sarà valida fino al 19 dicembre) è partita l’asta benefica sul sito charitystars.com. Tanti personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport stanno contribuendo alla buona riuscita di quest’asta dando a disposizione degli oggetti che gli appartengono, magari che caratterizzano proprio la loro professione, o addirittura dando a disposizione il loro “tempo” come ad esempio Eros Ramazzotti, infatti chi si aggiudicherà l’asta a lui dedicata potrà trascorrere un pomeriggio insieme a lui durante le registrazioni in studio a Milano (al momento l’ultima puntata è di 200 euro, ma le cose cambiano repentinamente).

Al momento le aste più ambite sono queste:
Il casco di Valentino Rossi autografato battuto a 999 euro;
Una giornata sul set del nuovo film di Checco Zalone, dove la puntata corrente è di 309 euro;
La Maglia dell’Olimpia Milano autografata da tutta la squadra, che per ora è ferma a 215 euro.

Ma ci sono altri oggetti che secondo me non sono stati ancora notati ma che potrebbero dare grosse soddisfazioni, ad esempio adolescenti all’ascolto c’è il libro dei 5 Seconds of Summer, autografato dalla band, fermo ancora alla base d’asta di un euro, è un cimelio che non vi potrebbe capitare più.

Se vi va’, e se siete nei dintorni milanesi, potrete anche partecipare, in carne ed ossa, alla diretta di venerdì prossimo, basta andare sul sito deejay.it e compilare l’apposito form.

Per altre info sull’asta potete scrivere un e-mail all’indirizzo info@charitystars.com o telefonare al numero 02/49762138.

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM LUCIA MELAS

ENTRA NELLA COMMUNITY