Una mela al giorno

Un albero (in più) ci salverà

0
Like

Quando sono nata, quasi trent’anni fa, mio padre ha piantato un albero.

Una querciaoak-leaves-411722_960_720

Lo stesso ha fatto con i miei due fratelli, ad ogni nuovo nato sia aggiungeva al nostro giardino un nuovo ospite, piccolo, gracile, e indifeso ma pieno di vita e di prospettive, pronto a affondare le radici, ad affrontare i duri inverni e a godere delle calde estati.

Mentre crescevo, fuori dal balcone della mia camera, questo piccolo compagno di avventure svettava sempre più in alto. Ogni autunno non riuscivo a non farmi affascinare dal giallo scuro delle sue foglie, ogni estate ringraziavo per la frescura delle sue fronde, e ad ogni occasione mio padre mi ripeteva: “quest’albero ha la tua età, è nato con te”.

Non so perché, ma questo regalo è riuscito più di mille lezioni di scienze, a farmi capire l’importanza di questi preziosi esseri viventi. Mi ha fatto capire che tagliare un albero è abbattere in poche ore anni di crescita paziente e silenziosa, e che bisogna dare un valore a tutto quello che si sacrifica quando vengono prese delle decisioni, cercando di pesare bene la vita.FallingwaterWright

Frank Lloyd Wright diceva che il miglior amico dell’uomo è l’albero, e detto da uno che per mestiere faceva l’architetto, mica è poco. Ed è proprio questo particolare che oggi tendiamo a dimenticare, immersi come siamo in uno sviluppo che ha dimenticato l’ importanza del tempo e il valore delle cose.

In una realtà in cui viviamo ogni giorno la nostra battaglia quotidiana contro lo smog e le sue conseguenze, e dove attendiamo con sempre più ansia qualche goccia di pioggia per poter respirare… beh, iniziamo con poco: piantiamo alberi.

melbourne_grande

Recenti studi hanno scoperto che gli alberi (oltre che assorbire Co2, mitigare il clima urbano e rendere decisamente più belle le nostre città) sono anche degli ottimi filtri per il percolato inquinante che siamo costretti a respirare. Un tesoro, serve dire altro? …beh, ovvio, avessero pure il Wi-Fi non sarei nemmeno qui a scriverlo.

Quanto preziosa è l’aria che respiri?

E quanto lo può essere ciò che ti permette ancora di averla?

Dare valore alle cose significa rispettarle e renderle parte di noi.

Sono passati anni, e l’ormai grande quercia sembra proprio non aver la minima paura del tempo che scorre. Trent’anni e un sacco di energie, un sacco di buon ossigeno da regalare, qualche riposino estivo da agevolare e una lunga storia da non far dimenticare.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM LUCIA BONAN

ENTRA NELLA COMMUNITY