Blueeco

Un ritorno al passato: il sapone artigianale

0
Like

C’è una magia che il passato rievoca. La tradizione, la semplicità, un ricordo lontano della nostra infanzia: un luogo, una persona, una sensazione. Anche un profumo può rimanere vivo nella memoria, lo sapeva bene Suskind quando scriveva, nel suo famoso libro, che l’uomo può sottrarsi a tutto ma non ad un profumo.

fontana-1978Ero piccola, ma ricordo molto bene quando mia nonna mi portava con lei a lavare il bucato a mano in una specie di fontana comune, dove si ritrovavano tutte le donne del paese. Ricordo perfettamente 3 particolari: le lenzuola bianche, l’acqua che da trasparente diventava color latte e il profumo del sapone di Marsiglia responsabile della “trasformazione” dell’acqua. In pochissimi anni il detersivo è diventato il “salvatore” indiscusso delle casalinghe, e ha le sembianze di Mastrolindo. L’unico inconveniente del progresso è che i livelli di inquinamento sono arrivati alle stelle, sia nel processo produttivo sia nell’utilizzo in sé dei detersivi chimici. La sensibilità verso il Pianeta aumenta di pari passo agli effetti negativi che l’uomo negli ultimi anni ha provocato, a ritmi altissimi ( i più alti mai registrati), sull’ambiente.

Ritornare al passato non significa arretrare ma bensì ritrovare la semplicità. Il “Less is more” dell’architetto e designer Ludwig Mies van der Rohe può essere applicato in moltissimi ambiti della nostra vita. Il virtuoso processo del togliere anziché aggiungere era sostenuto anche da Cocò Chanel ” a eliminare non si sbaglia mai”. Passato e semplicità rievocano inoltre un altro aspetto: “le cose naturali”. Per l’uomo moderno sembra un miraggio poter mangiare una mela completamente “naturale”, ma nonostante ciò la ricerca di uno stile di vita sano, semplice e genuino è in continua crescita. Così come accade per l’alimentazione con i cibi biologici, così anche gli altri settori sono interessati da questo cambiamento, in cui la chimica e l’inquinamento sono accuratamente evitati. Vogliamo tutti riconoscere un profumo naturale, non chimico e sintentico.

bava-455x500Il sapone naturale che utilizzava mia nonna per il bucato, era un sapone speciale realizzato artigianalmente secondo il metodo classico dell’impasto a freddo. Questo metodo consente, grazie alta bassa temperatura di mantenere inalterati i principi attivi e i profumi naturali delle sostanze impiegate. Così è nata la volontà di ritornare ad una tradizione semplice, senza chimica, per la cura della pelle. La ricerca degli ingredienti per i saponi artigianali è stata una vera sfida, selezionando alla fine quelli con proprietà benefiche e cosmetiche interessanti. Un esempio è il sapone artigianale Blueeco alla Bava di Lumaca, una vera e propria novità. Con l’impasto a freddo questo sapone mantiene le caratteristiche dell’ingrediente che lo compone: LENITIVO, RIGENERANTE, IDRATANTE DELICATO, CICATRIZZANTE, PREVIENE LE SMAGLIATURE, mantiene la pelle elastica e previene l’invecchiamento cutaneo.

Blueeco propone diversi saponi in base ai diversi tipi di pelle, per conoscerli  CLICCA QUI

Ti possono anche interessare i prodotti 100% naturali per il bucato in lavatrice www.blueeco.it

 

 

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ELEONORA DE PAOLIS FOGLIETTA

ENTRA NELLA COMMUNITY