Put your hands APP

UN RAMADAN SUPER ORGANIZZATO

0
Like

Cari amici e amiche, credenti e non, da qualche giorno è iniziato per i nostri fratelli musulmani il RAMADAN. Ho così pensato per questa settimana di parlare di un’APP utile proprio per i credenti di Allah. Si tratta di RAMADAN 2015. Si tratta di una sorta di promemoria per i vari orari d’inizio e fine digiuno, d’inizio e fine preghiera ecc.
E’ molto importante segnalare fin la città in cui ci si trova perché il ramadan si basa soprattutto sugli orari di alba e tramonto del sole. In questo mese, in cui la notte è molto corta, si può arrivare a digiunare anche 18 ore di fila… Vi ricordo che il digiuno riguarda anche le bevande!
Io sinceramente non sono molto esperta delle liturgie dell’Islam, comunque il programmino scaricabile sul proprio smartphone segnala con un allarme o il vibro le ore delle preghiere, dell’imsak e dell’iftar. Non bisogna dimenticare che i musulmani pregano ben 5 volte al giorno… Mi ha sempre colpito questa loro grande fede e dedizione.
Nelle impostazioni si possono trovare delle preghiere già scritte sia in arabo sia tradotte. C’è persino l’audio in lingua araba e la pronuncia scritta con l’alfabeto occidentale. Ovviamente il colore dell’app si basa prevalentemente sul verde, colore molto caro agli islamici.
Gli utenti votano l’app con 4,5 stelline. Alcuni si lamentano del fatto che l’ora che dà l’app non è esatta al 100 %.
Navigando in Rete, mi sono imbattuta su una rivista online “Le Journal Du Musulman”. Uno dei suoi articoli parlava degli effetti benefici del digiuno. Io sapevo giù che non mangiare una volta ogni tanto depura un po’ il corpo e ossigena meglio il cervello, oltre che a far bruciare grassi e colesterolo… Quello che non sapevo è che per esempio, circola meno sangue nell’apparato digestivo (perché vuoto) mentre circola di più in altri tessuti, oppure che non mangiando il corpo riesce meglio ad eliminare le tossine dai polmoni.

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM ELENA CIAPPINA

ENTRA NELLA COMMUNITY