Una mela al giorno

Un passo avanti per cambiare Aria

0
Like

C’è ma non si vede.

È più o meno cosi che funziona con l’inquinamento da polveri sottili nelle nostre splendide città. C’è perché ce lo dicono i dati, e perché la nostra salute (anche nel breve termine) sicuramente ne risente. Non si vede perché passa inosservato, non lo percepiamo, fatichiamo a dargli il giusto peso. E soprattutto lo associamo a grandi metropoli, posti nebbiosi e cupi, magari lontani, dove girare armati di mascherina.
Così capita che una città relativamente piccola come Treviso, senza tanto accorgersene, si ritrovi a fare i conti con dei livelli di pm10 superiori a quelli di Hong Kong e Shanghai.

treviso-Piazza-dei-Signori-766x297

Treviso: una piccola città con i problemi di una grande metropoli

Treviso fa i conti con i livelli incontrollati delle pm10 da anni, ma quello che sorprende è che l’origine di questo inquinamento da polveri sottili sia per la maggior parte dovuto ai trasporti e, in una parte considerevole, anche agli impianti di riscaldamento.

Una situazione che mette a rischio ogni giorno la salute delle persone, perché l’aria che respiriamo è preziosa, e come tale va trattata.

Proprio prendendo spunto da questo, Rocking Motion ha ideato un piccolo grande progetto per contribuire sia alla diminuzione delle polveri sottili e allo stesso tempo alla sensibilizzazione “positiva” della cittadinanza verso il tema dell’inquinamento.

ROCKING_MOTION_Logo_Def_5

È attraverso i piccoli passi che si compiono i grandi cambiamenti

Il progetto si chiama “porte chiuse al pm10”, e parte da un’ordinanza del comune riguardante l’uso indiscriminato del riscaldamento nei pubblici esercizi.
L’idea che lasciare le porte aperte attiri molta più clientela è largamente diffusa, ma comporta un eccessivo dispendio di energia e calore. Rocking Motion quindi ha deciso di premiare chi, in questo periodo cosi difficile, rispetta le regole, ma anche e soprattutto la città e i cittadini.

PM10-250x250

non è un puntare il dito verso chi infrange le regole, piuttosto un valorizzare e dare visibilità a chi decide di rispettarle. Contribuendo nel suo piccolo ad abbassare i livelli di pm10.

Un passo per ridurre l’inquinamento e per far prendere coscienza di quanto sia dannoso e purtroppo sempre più presente.

Respirare aria sana è diritto. Contribuire a renderla tale è un dovere di tutti.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM LUCIA BONAN

ENTRA NELLA COMMUNITY