Scienza & Gnorri

Il Tricorder del futuro

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti a questa nuova puntata di Scienza & Gnorri – Il Tricorder del futuro.

Tricorder del futuro - Spock in Star Trek

Tricorder del futuro – Spock in Star Trek

Partiamo dalle basi: cos’ė un Tricorder? A tutti i non-fan della saga di Star Trek questa parola non dirà assolutamente niente. Nei vari film e telefilm della saga si vede spesso l’ufficiale medico impugnare un apparecchio con strane luci e suoni in grado di scannerizzare senza contatto fisico il paziente. Il Tricorder fungeva da supporto diagnostico portatile, in grado di riconoscere con precisione la febbre Zanthi o l’herpes andoriano.

Vedremo mai uno strumento simile nei nostri ospedali? A che punto sono o le innovazioni tecnologiche per gli strumenti diagnostici? Scopriamolo insieme. Buona scienza e buona lettura a tutti!

Allo scopo di favorire l’innovazione tecnologica è stato indetto un premio: l’XPrize, che offre 10 milioni di dollari a chi costruirà il Tricorder del futuro. I termini del concorso sono semplici: sviluppare un dispositivo del peso di circa 12 kg, in grado di rilevare i parametri base e diagnosticare ben 16 condizioni di salute e 5 indicatori vitali (battito cardiaco, saturazione dell’ossigeno, pressione sanguigna, temperatura e ritmo della respirazione).

Tricorder del futuro - Scanadu Scout

Tricorder del futuro – Scanadu Scout

Un ottimo candidato è il dispositivo Scanadu Scout, della compagnia californiana Scanadu. Questo Tricorder registra i parametri vitali (battito cardiaco, temperatura, pressione sanguigna e saturazione ossigeno) in pochi secondi. Basta appoggiare il dispositivo alla tempia sinistra e i risultati vengono inviati tramite Bluetooth al vostro telefono. Ciascuno di noi sarà quindi in grado di vedere e registrare i propri risultati in tempo reale. È possibile inoltre aggiungere Scanaflo, per misurare i valori di glucosio, leucociti, nitriti, proteine nelle urine.

Tricorder del futuro - Q-POC

Tricorder del futuro – Q-POC

Probabilmente il miglior candidato a diventare Tricorder è il Q-POC dell’azienda inglese di biotecnologie QuantuMDx. Si potrebbe definire questo dispositivo un laboratorio portatile perché è in grado di leggere e sequenziare il DNA in pochi minuti, fornendo una singola goccia di sangue (un po’ come si fa oggi per le analisi del livello di glucosio nel sangue nei diabetici). Il dispositivo esegue poi una serie di test diagnostici alla ricerca di masse cancerogeni o malattie infettive. L’utilizzo, in particolare nei paesi con basse risorse mediche, è davvero illimitato, perché poter avere i 15 minuti i risultati potrebbe riconoscere epidemie che altrimenti necessiterebbero di giorni per essere scovati.

Entrambi i dispositivi sono in fase di analisi dall’FDA (Food and Drugs Administration), ma ci sono i presupposti che in futuro possano essere commercializzati.
La prossima settimana scopriremo invece i dispositivi high-tech già disponibili sul mercato. Rimanete sintonizzati su Scienza & Gnorri. Alla prossima settimana.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY