CineChat

Torna al cinema “Biglietto Amaro”

0
Like

Dopo oltre 30 anni dalla sua ultima proiezione in sala l’introvabile capolavoro del maestro Remo Garpelli torna nelle sale in versione restaurata solo per un giorno

Inutile dirlo, è una di quelle notizie fanno bene al cinema e a tutti i suoi appassionati. La Prometevs ha annunciato a sorpresa la programmazione speciale di un’opera neorealista del ’59 divenuta di culto proprio per la sua scarsa reperibilità: la leggenda vuole, infatti, che sia stato proiettato solo in piccoli teatri di provincia. Soltanto la sera del primo Aprile il film sarà disponibile in tutti i cinema della catena The Space, fuori però dalla programmazione ufficiale. Come sarà possibile dunque acquistare i biglietti? Qui sta il bello, solo fornendo alle casse una parola segreta che è “Garpez” in onore naturalmente del compianto scultore e caro amico dello stesso regista. La  storia straziante del signor Brazorf, un giovane di chiare origini serbo-croate (a sottolineare l’attenzione ante litteram di Garpelli al tema dell’immigrazione), prende le mosse su tram in pieno centro. Qui il controllore lo pesca in fallo con un biglietto pluritimbrato e, in un vortice di crescente tensione, lo invita a scendere per procedere con una contravvenzione. Con i due però scende anche una terza figura, un memorabile vecchietto interpretato magistralmente da un attore preso dalla strada come tutti gli altri componenti del cast. C’è da dire però che risulta almeno due spanne sopra gli altri. Senza fare eccessivi spoiler posso solo anticiparvi che il finale, eseguito ispirandosi alla ring composition, riserva grandi emozioni e fa soffrire profondamente lo spettatore, quasi attanagliato da dolori colici che solo la crudezza del neorealismo sa regalare. Ci si vede tutti in sala dunque, non mancate!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ALESSIO CIBIEN

ENTRA NELLA COMMUNITY