Odio i ricci

Tormentoni estivi? No grazie. Qui si punta sulla qualità!

0
Like

spiaggia

Ci siamo. Tempo di tormentoni estivi.

Tempo di cose tipo “Asereje” delle mai dimenticate Las Ketchup, insomma.

E a me viene il mal di testa solo a pensarci.

Tormentone fa quasi sempre rima con insopportabile canzone, quindi ci sto ben distante.

E allora, cosa ascoltare in questa caldiiiiiiissima estate?

Accantonando per un attimo quello che ascolto io anche d’estate e anche sotto l’ombrellone, che va

da Luigi Tenco fino ad arrivare ai Nirvana e vi voglio troppo bene per rendere così pesante il momento più

bello dell’anno, proviamo a fare un viaggio tra chi non è “inflazionato” ma merita di essere

scoperto e ascoltato.

Partiamo da Jack Savoretti, inglese di origini italiane, voce incredibile, brani meravigliosi.

Uno che non ha bisogno di girare a petto nudo o con la vodka in mano, l’attitudine rock ce l’ha negli occhi.

Ed è pure figo.

Devo aggiungere altro?

Passiamo poi ad un giovanissimo cantautore toscano, Enrico Nigiotti.

Bravo, veramente bravo.

E’ uno di quelli che senza appesantire troppo le canzoni, ti fa arrivare il messaggio forte e chiaro.

Scrive benissimo.

Ha qualcosa di profondamente speciale, ne sentirete parlare. Portatevi avanti!

Finiamo con Raige.

Non lo conoscevo fino a poco tempo fa, poi un amico me lo ha fatto scoprire e ammetto,

non so molto della sua storia, ma questo singolo mi piace proprio tanto.

Da tenere d’occhio.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM NADIA VENTURINI

ENTRA NELLA COMMUNITY