Scienza & Gnorri

Top 10 delle catastrofi naturali – Vol. II

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti a questa ennesima puntata catastrofica di Scienza & Gnorri. Come anticipato oggi concluderemo la nostra classifica degli eventi naturali più catastrofici della storia. Buona lettura con La Top 10 delle catastrofi naturali – Vol II

5 –  Ricominciamo la nostra Top Ten con la grande alluvione del 1931 avvenuta in Cina, causata dallo straripamento del Fiume Giallo. Questa immane tragedia provocò tra gli 800.000 e 4.000.000 di morti. In quell’anno le nevicate invernali furono particolarmente pesanti sulle montagne attorno a bacini idrografici dei fiumi Yangtze, Giallo e Huai, e quando giunse la primavera, tutta quella neve si sciolse, scorrendo nei fiumi che si gonfiarono a dismisura, in particolare il Fiume Giallo, causando la morte di migliaia di persone per annegamento o di fame. Nanjing City, diventò un’isola circondata da oltre 100.000 chilometri quadrati di acqua, una superficie superiore allo stato dell’Indiana, o a tutto il Portogallo.

Podkamennaya_Tunguska4. Quarto posto occupato dall’esplosione del Tunguska avvenuta il 30 giugno del 1908, preceduta dall’apparizione di un oggetto ancor più luminoso del disco solare, che sfrecciò nel cielo da sud-est a nord-ovest. L’esplosione produce una energia pari a 15 megafoni di dinamite (circa mille bombe di Hiroshima). Il disastro fu di vastissime proporzioni: 2150 km quadrati di foresta bruciata e devastata, migliaia di animali abbattuti e, stando alle testimonianze locali, cacciatori e abitanti di povere capanne feriti ed ustionati. Secondo gli studiosi si trattò dell’impatto di una cometa o di un’asteroide, esplosa ad una altitudine di 3 a 6 miglia. Per fortuna non ci fu alcuna vittima.

Dszpics13 –  Raggiungiamo il podio con il tornado in Oklahoma del 3 maggio 1999, il più forte tornado mai registrato nella storia. Per quattro ore un gigantesco tornado, largo quasi 2 chilometri e lungo 16, ha imperversato nell’Oklahoma e nel Kansas, a una velocità che raggiunse i 420 chilometri orari: 45 i morti accertati, dozzine di dispersi, centinaia di feriti e migliaia di senzatetto. A farlo entrare di diritto nella nostra Top Ten fu la distruttivita e l’incredibile fu durata di 3 giorni. Il tornado provocò 1,1 miliardi dollari in danni.

Caldera_Mt_Tambora_Sumbawa_Indonesia2.  Secondo posto occupato dall’eruzione del vulcano Tambora, avvenuta nell’aprile del 1815 nell’isola di Sumbawa. Fu l’eruzione più distruttiva della storia dell’umanità, raggiungendo  il 7° grado dell’indice di esplosività vulcanica, ben quattro volte più potente della eruzione del Krakatoa 1883. Le ceneri e lapilli si espansero in un raggio di 40 chilometri; i circa 10.000 abitanti di Tambora furono uccisi all’istante dall’improvvisa colata di lava, cenere infuocata e dai gas asfissianti fuoriusciti dal vulcano. La conta totale dei morti si aggira intorno alle 10.000 vittime al momento dell’esplosione, ed altre 82.000 a causa di epidemie e per la carestia provocata dalla distruzione di tutti i raccolti. Il catastrofico evento riverso’ nell’atmosfera una quantità tale di ceneri da causare la diminuzione della temperatura terrestre.

Lituya_Bay,_Alaska1. Al primo posto troviamo infine il terremoto a Lituya Bay, un fiordo all’interno di Glacier Bay National Park, lungo la costa sud-est dell’Alaska statunitense. Nella notte del 7 luglio 1958, un terremoto di magnitudo 8,0, verificato lungo la faglia Fairweather, provocò frana nella zona del Crillon, causando un’onda anomala mostruosa alta 524 metri, che sradicò alberi e suolo dall’altra parte del golfo e sconvolse l’intera baia, distruggendo tre pescherecci ancorati lì e uccidendo due persone. Tuttavia, non appena l’onda raggiunse il mare, si esaurì velocemente. Questo terremoto raggiunge la nostra vetta perché fu la prima prova testimoniata dell’esistenza di megatsunami.

Qui termina la nostra Top Ten delle Catastrofi Naturali. Alla prossima puntata  con Scienza & Gnorri. Buon giovedì e buona scienza a tutti.

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY