LoverCoasters, una vita a testa in giù

Tiriamo le somme: statistiche della stagione passata ai parchi

0
Like

Vi capita mai di interrogarvi con domande del tipo:

Quanti mesi della mia vita passo a dormire?

Quanti chilometri percorro in un mese?

Quanti chili di cioccolato mangio in un anno?

Come vi dicevo, negli ultimi due anni ho ripreso a visitare i parchi con più costanza e, a inizio 2014, mi sono chiesta:

Quanti chilometri percorrerò sulle montagne russe quest’anno?

Sha

Da questa semplice premessa, armata di foglio e biro (facciamo smartphone e applicazione “Blocco note”), in maniera molto meticolosa, ho cominciato a segnare, giorno per giorno, giro per giro, i miei progressi.

Aiutata dal buon vecchio Excel, ho predisposto una tabella con i dati salienti dei coaster che ho provato durante la stagione: lunghezza, inversioni, durata del giro. In altri due fogli di lavoro ho impostato una sorta di “agenda di viaggio”, dove sono andata ad inserire la data e il numero di giri effettuati su una determinata attrazione, e nell’ultima schermata ho preparato il riepilogo totale.

Durante l’anno ho cercato anche un quaderno che si prestasse per redarne una versione cartacea: l’ho trovato nel mio viaggio a PortAventura. Si tratta di un piccolo blocco a spirale con i fogli bordati di 4 diversi colori: ho deciso di dedicare le prime tre sezioni ai racconti dei miei tour e la quarta parte a una sorta di carta d’identità dei coaster.

2015-02-05 14.37.17

Da questo lavorone ne è emerso che:

-Ho trascorso un totale di 15 giorni nei parchi divertimento, così suddivisi: 7 in Italia (6 a Gardaland e 1 a Rainbow Magicland), 2 in Germania all’Europa Park e 6 in Spagna a PortAventura.

– Ho seguito 8 show

– Ho partecipato a 6 eventi speciali

2014-09-12 20.01.072014-10-04 17.05.222015-01-06 14.45.15

– Ho abbracciato una decina di mascotte

2014-05-16 10.47.262013-09-28 15.20.162014-05-16 08.42.31

– Sono stata ad un’altezza massima di 76  metri (Shambhala – PortAventura) e viaggiato a una velocità massima di 135 km/h (Furius Baco – PortAventura)

– I coaster più vecchi sui quali sono saliti sono state le Magic Mountain di Gardaland e Alpenexpress Enzian di Europa Park, entrambi costruiti nel 1984, i più “giovani” il già citato spagnolo Shambhala e il tedesco Wodan, datati 2012.

– Il coaster più lungo sul quale ho viaggiato è Silver Star (Europa Park), con 1620 mt di percorso, quello col maggior numero di inversioni (8) Dragon Khan (PortAventura), quello più lungo in termini di durata EuroMir (Europa Park) con un giro di ben 4 minuti e 33 secondi.

– Ho effettuato un totale di 122 giri sui Rollercoaster, 26 dei quali su Raptor a Gardaland, 15 su Shambhala, 12 su Furius Baco, 11 su Dragon Khan.

– Ho effettuato un totale di 248 inversioni

DSC04294

– Percorso un totale di 114949,80 mt, cioè quasi 115 chilometri

– Per un totale netto di viaggio di 4 ore 6 minuti e 32 secondi

Non male eh?

Mancano una cinquantina di giorni all’apertura della stagione 2015, ed è esattamente un mese che sono “in astinenza” di adrenalina. Riuscirò a fare meglio quest’anno?

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY