K.I.S.S.

La creatività contro gli stereotipi: le tendenze visive del 2018 secondo Getty Images

“Quando le immagini sono ovunque, a volte è facile dimenticare come possano davvero emozionarci emotivamente e psicologicamente; come possano espandere i limiti del nostro mondo.”

Andy Saunders, Getty Images

Getty Images, l’agenzia fotografica leader nella fornitura di immagini per il commercio e i consumatori, ha pubblicato la sua previsione delle tendenze visive del 2018 con lo scopo di informare i marchi e le aziende sull’evoluzione della comunicazione visiva.

La ricerca si basa sullo studio delle tendenze nella pubblicità e nella cultura popolare, oltre che sull’analisi approfondita dei dati dell’agenzia – 1 miliardo di ricerche e 400 milioni di download dal sito ogni anno – che hanno delineato alcuni cambiamenti nella popolarità di certe tipologie di immagini.  Ad esempio, le ricerche di termini come “diversità” e “inclusione” sono aumentate del 917% nell’ultimo anno.

Questo studio ha permesso di tracciare le 3 tendenze principali protagoniste della fotografia – e più in generale della comunicazione visiva – di quest’anno:

#1 Second Renaissance, la fotografia che guarda alla pittura

second renaissance

La prima tendenza è Second Renaissance e si riferisce alla crescente influenza della storia dell’arte tra i creativi, che hanno iniziato ad attingere all’arte classica per i loro lavori. Il risultato è spesso un tipo di ritratto che assomiglia a un dipinto e che riaccende l’idea di artigianato in un’epoca in cui non è mai stato così facile fare fotografia. Questo trend però non si ferma alla forma estetica perché mira a coinvolgere e valorizzare soggetti che non rientrano nei canoni classici tradizionali, abbracciando le diversità e riscrivendo una narrativa più positiva e culturalmente ricca.

#2 Conceptual Realism, lo straordinario nell’ordinario

conceptual realism

La seconda tendenza si intitola Conceptual Realism e riguarda un genere di fotografia in cui si vede un’interazione tra immagini realistiche e idee concettuali, momenti quotidiani che presentano un elemento bizzarro o imprevedibile che cattura l’attenzione. È un’estetica che si attribuisce all’ascesa dei social media e dal contenuto generato dagli utenti. Oggi che siamo tutti creatori di immagini, questa tendenza è un modo per esporre un’idea originale attraverso un formato che tutti percepiamo come onesto e autentico, che è quello dell’immagine istantanea e fai-da-te.

 

#3 Masculinity Undone, le infinite sfaccettature dell’uomo

masculinity undone

L’ultima tendenza, Masculinity Undone, mostra una crescente consapevolezza che gli stereotipi con i quali vengono rappresentati gli uomini sono estremamente obsoleti: padri incompetenti, eroi palestrati o partner indifferenti. I brand stanno iniziando a concentrare le loro energie per sfidare questi preconcetti mostrando l’universo maschile in tutte le sue diverse e numerose sfaccettature. La previsione di questa maggiore consapevolezza sull’argomento riflette anche le recenti modifiche alle regole dell’Advertising Standards Authority che vietano gli stereotipi di genere.

In generale, come sottolinea Andy Saunders, vicepresidente del Creative Content di Getty Images, le tendenze visive previste per quest’anno hanno in comune un grande senso di ottimismo:

“Una visione di cambiamento, di nuovi eroi e di creatività inarrestabile. Per molte persone che prima erano invisibili, i cui volti o corpi non erano inclusi nei media tradizionali, questo è importante. Questi sono piccoli passi nel rendere il mondo culturalmente più ricco e interessante.”

Perché non prendere spunto?

 

 

MORE FROM GIULIA FAVARON

ENTRA NELLA COMMUNITY

We use cookies to ensure that we give you the best experience. If you continue without changing your settings, we’ll assume that you are happy to receive cookies from our website. anytime by typing