Forse sono la meno adatta…

Sapete, ho iniziato a scrivere un libro, mai finito, ho creato capsule collection, interrompendo tutto all’improvviso, ho fatto mostre uscendo poi disperata da una cerchia di persone e personaggi ambigui e se ricordo bene avevo un blog di discreto successo molti anni fa, prima che tutti ne avessero uno, anche quello finito nel dimenticatoio, ed ancora devo capire cosa far diventare quel progetto che ho chiamato #imnotafashionblog.. Sono una di quelle persone che devono cambiare per non abituarsi e annoiarsi, premessa fatta partiamo con il pensiero di oggi.

Le idee: rare, innovative, giovani, aggrappatevi a loro con tutte le vostre forze. In queste ultime settimane, social alla mano, ho assistito a episodi in cui talentuosi designer dichiaravano di voler smettere, di giovani brand che erano stanchi di lottare per portare avanti la loro produzione, di grafici ed artisti non valorizzati nel giusto modo.

Ho sempre creduto ed affermato con forza che l’Italia è una fucina di creativi, più di qualsiasi altro posto al mondo, ma i mezzi sono limitati . Noto che la stessa idea , elaborata anche in malo modo, trovi fortuna e fama in luoghi che hanno la possibilità e la voglia di promuovere e supportare le start up. Da qui nasce il post, semplice, che è il mantra di oggi.

Se è ancora in mente vale la pena di correre il rischio

Dedicato a chi si sta arrendendo, dedicato a voi, a noi, a Gushmag e a tutte le battaglie che l’essere diversi comporta.

Buon Mercoledì

Credits © photo

Clutch tributing Salvator Dalì on FORZIERI.COM

Shoes CAROLINE HOLZHUBER www.carolineholzhuber.com

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ANNAMARIA MAISTO

ENTRA NELLA COMMUNITY