HollyGood

SPECIALE: LE MIGLIORI COMMEDIE AMERICANE

0
Like

Non so da voi, ma qui il tempo è bruttino. Ecco perché oggi ho scritto un articolo un po’ diverso e più simpatico per movimentare questa giornata uggiosa. Si tratta di una classifica delle migliori commedie americane, secondo me. Lungi dal pretendere di essere completa, eccovi una lista (semiseria) delle commedie che hanno cambiato il mio rapporto con il cinema.

1. A QUALCUNO PIACE CALDO, di Billy Wilder (1959) Semplicemente, il non plus ultra della commedia. Jack Lemmon e Tony Curtis si fingono donne per sfuggire ai gangster e danno vita ad alcune delle sequenze comiche più note della storia del cinema. D’altronde dietro la macchina da presa c’è il Billy Wilder de L’appartamento, Sabrina e di tanti altri colpi di genio.

023-the-gold-rush-theredlist

La febbre dell’oro

2. LA FEBBRE DELL’ORO, di Charlie Chaplin (1925) La comicità graffiante di Charlie Chaplin non ha risparmiato nessuno nel corso della sua lunga carriera: qui se la prende non solo con i paradossi della società, ma anche con la natura. Da non perdere gli altri capolavori di Chaplin, da Tempi Moderni a Il grande dittatore. 

3. IL DOTTOR STRANAMORE, di Stanley Kubrick (1964) Un Peter Sellers in stato di grazia interpreta tre ruoli diversi nel film che meglio di ogni altro ci racconta la futilità della Guerra Fredda. Debordante e sopraffino.

4. VOGLIAMO VIVERE!, di Ernst Lubitsch (1942) Un grande Lubitsch racconta le vicende di un gruppo di attori polacchi alle prese con l’invasione nazista. Un’opera irriverente, che nel travagliato 1942 ha il coraggio di parodiare persino Hitler. Non perdetevi Ninotchka dello stesso regista.

5. SUSANNA!, di Howard Hawks (1938) Katharine Hepburn e Cary Grant in una commedia degli equivoci che ha fatto scuola, incentrata sulla ricerca di un leopardo fuggito.

6. NATA IERI, di George Cukor (1950) In realtà tutte le commedie del maestro Cukor potrebbero tranquillamente essere incluse in questa lista; ho scelto Nata ieri per la frizzante interpretazione di Judy Holliday nei panni della fidanzata svampita di un boss.

Blake Edwards 3

Hollywood Party

7. HOLLYWOOD PARTY, di Blake Edwards (1968) Peter Sellers nei panni di uno sconclusionato attore indiano si imbuca a una festa: farà vedere i sorci verdi a tutti. Apice della notevolissima produzione di Blake Edwards, il regista – fra gli altri – di Victor Victoria, La Pantera Rosa e Colazione da Tiffany.

8. M*A*S*H, di Robert Altman (1970) Altman dirige la migliore satira antimilitarista di sempre, ambientandola in un ospedale da campo durante la guerra di Corea. Particolarmente ispirati i protagonisti (Elliott Gould e Donald Sutherland) nei panni di due dissacranti chirurghi. Esilarante.

9. THE BLUES BROTHERS, di John Landis (1980) Quando il musical incontra la commedia. La storia dei fratelli Blues “in missione per conto di Dio” sfrutta una colonna sonora epocale e il talento comico di John Belushi, reduce dall’ottimo Animal House dello stesso regista.

10. ACCADDE UNA NOTTE, di Frank Capra (1934) Primo film a vincere i 5 Oscar maggiori, questo grande classico con Clark Gable e Claudette Colbert è ancora molto fresco a distanza di ottant’anni. Celeberrima la scena dell’autostop.

annie top

Io e Annie

11. IO E ANNIE, di Woody Allen (1977) Purtroppo mi è difficile digerire Allen perché ne ho fatto indigestione da bambina, quando mia mamma guardava ossessivamente i suoi film mentre stirava. Io e Annie è comunque una grandissima commedia, giustamente pluripremiata: il jewish humour di Allen al suo meglio.

12. LA STRANA COPPIA, di Gene Saks (1968) La difficile convivenza dei due single Jack Lemmon e Walter Matthau in un classicone degli anni ’60.

13. TOOTSIE, di Sydney Pollack (1982) Dustin Hoffman en travesti è travolgente in questo gioiello del bravo Sydney Pollack. Gli anni ’80 non sono poi da buttare.

14. INDISCRETO, di Stanley Donen (1958) “Come osa fare l’amore con me senza essere sposato?” Ingrid Bergman e Cary Grant nella quintessenza della commedia romantica sofisticata.

15. INDOVINA CHI VIENE A CENA?, di Stanley Kramer (1967) La figlia di una coppia benestante si fidanza con un medico e lo presenta ai genitori. Sorpresa: è nero! L’ultimo film con la coppia Katharine Hepburn/Spencer Tracy è un’opera vagamente retorica ma ben fatta e di profondo impatto negli USA squassati dal passaggio di Martin Luther King.

It-Happened-One-Night

Accadde una notte

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIULIA

ENTRA NELLA COMMUNITY