Into the brain

Shopping: quali effetti emotivi?

0
Like

In tempo di saldi questo articolo mi sembrava d’obbligo, perciò eccomi qui a parlarvi degli effetti motivi nascosti dietro lo shopping.
Si è soliti dire che “i soldi non fanno la felicità” ma non possiamo negare come acquisto dell’oggetto dei desideri, possa regalarci emozioni positive, sensazioni piacevoli quasi di benessere. Tuttavia, anche a causa della crisi, spesso ci ritroviamo a dover decidere se spendere i nostri soldi su un oggetto materiale oppure su un’esperienza personale.

Una ricerca recente nega il famoso detto affermando che sono proprio le esperienze a renderci più felici. Effettivamente le vendite di Smartbox e di abbonamenti a riviste, cinema, biglietti per concerti etc, non distorgono tale dato.
A questo punto, quando affermiamo che un concerto o la visione di un bel film ci rendono felici, a quale tipo di felicità ci stiamo riferendo? Come mai l’esperienza di determinati eventi ci rende più felici rispetto all’acquisto di un nuovo paio di scarpe (meglio ancora se sono firmate Jimmy Choo)?

Ad indagare ciò, ci hanno pensato i ricercatori della British Columbia University i quali hanno pubblicato, su Social Psychological and Personality Science, uno studio che metteva a confronto la felicità associata all’acquisto di un oggetto materiale con l’acquisto esperienziale, concentrandosi su tutte quelle emozioni associate al momento del consumo.

spa

I risultati finali indicano che,è vero che le esperienze ci soddisfano maggiormente sul momento, quindi ci fanno vivere uno stato di benessere e di felicità sul momento dell’acquisto e dell’utilizzo, ma gli oggetti materiali ci rendono felici più a lungo.
Com’è possibile?
Ciò accade perché l’emozione positiva si rinnova ogni volta che usiamo quell’oggetto.

E’ chiaro che le esperienze sono momenti di vita che ci porteremo per sempre nei nostri ricordi, però proprio l’altro giorno ho adocchiato una bellissima borsa in saldo…quasi, quasi corro ad acquistarla!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM SARA BAGGETTA

ENTRA NELLA COMMUNITY