Scienza & Gnorri

Sfatiamo i miti: Spazio profondo

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti ad un nuovo appuntamento con Scienza & Gnorri – Sfatiamo i miti. Oggi ci concentreremo sui miti da sfatare dell’astronomia. Ecco quindi Sfatiamo i miti: Spazio profondo. Guardate le altre puntate dedicate al regno animale, al cervello, ai fenomeni naturali e al corpo umano. Buona lettura e buona scienza a tutti.

gravità spazioNello spazio non c’è gravità. Questo è probabilmente il mito più radicato e comune dell’astrologia. La forza di gravità esiste ovunque, anche se con diverse intensità, è presente comunque anche nello spazio. Quando vediamo gli astronauti fluttuare nello spazio in realtà li vediamo in caduta libera verso la Terra, cioè verso il centro di gravità. Grazie però alla curvatura della Terra riescono a fluttuare in orizzontale e a rimanere quindi in volo. È la forza centrifuga, insieme alla gravità della Terra, che permette alla Stazione Internazionale di fluttuare intorno al Pianeta.

Stelle brillanoLe stelle brillano. In realtà questa affermazione è errata perché utilizziamo un approccio errato: le stelle brillano a causa della nostra atmosfera. In sé le stelle non brillano, ma la luce che attraversa la nostra atmosfera subisce delle turbolenze e sembrano pulsare. L’enorme distanza delle stelle fa si che la loro luce sembri ai nostri occhi un punto. I pianeti non “pulsano”, perché la loro vicinanza attenua l’influenza dell’atmosfera.

Stella polareLa stella polare è la più luminosa del cielo. Purtroppo per gli appassionati la stella polare non è la stella più luminosa del firmamento (è considerata però la più brillante del polo nord celeste). Se consideriamo il cielo notturno osservabile, la vincitrice è sicuramente Sirio, che ad occhio nudo risulta essere la più brillante e luminosa di tutte, grazie sia alla sua brillantezza intrinseca che alla sua vicinanza al Sistema Solare. Pensate che ha due volte la luminosità apparente di Canopo, la secondo stella più luminosa ad occhio nudo e sarebbe in grado di creare una lievissima ombra degli oggetti in caso di notte limita, senza Luna e senza i Pianeti più luminosi.

lato oscuro lunaNon sappiamo cosa ci sia nel lato oscuro della Luna. Secondo molti il lato oscuro della Luna nasconderebbe basi lunari segrete o addirittura extraterrestri. In realtà il un lato della superficie che non è mai visibile dalla Terra è più luminoso del lato che mostra alla Terra, perché presenta meno altopiani che creano le macchie scure che vediamo dalla Terra. Vediamo sempre lo stesso lato a causa di una coincidenza del periodo di rotazione della Luna rispetto al periodo di rivoluzione intorno alla Terra. Il satellite DSCOVR (Deep Space Climate Observatory) della Nasa ha catturato il lato oscuro della Luna, che transitava davanti al nostro pianeta. Nel video potete vedere la sequenza di immagini scattate dal satellite e come vedete non ci sono ne basi lunari ne navicelle aliene!

Eccoci giunti alla fine anche di questa puntata. Alla prossima puntata con Scienza & Gnorri!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY