Venghino signori verghino! No, non è l’invito di un regista a terminare le riprese di una scena di sesso collettivo, è solo un modo come un altro per accogliervi tra le calde righe della mia rubrica che spesso si scontra con i moralismi della Chiesa Cattolica. Anche se vi ricordo che il fatto di rimanere di fronte al prete con bocca aperta e lingua di fuori in attesa della particola è un immagine estremamente evocativa… le rare volte che vado a messa mi metto sempre nei primi banchi in modo da essere vicino alla fila della comunione per vedere il sacerdote che infila questi dischetti bianchi in bocca alle credenti e  immagino che dentro di se dica “Ohhh si ecco il corpo di Cristo… il corp-ohhhh..di Crist.ohhh…in your mouth”. Direi che prima di venire scomunicato e finire all’inferno nel girone dei lussuriosi è meglio se passiamo all’argomento di oggi: Real Life vs. Porn

 

Ora lo sappiamo tutti che se andate in pronto soccorso con una spalla lussata nessuna infermiera con la quarta di reggiseno e una divisa di 3 taglie più piccola vi succhierà mai il pisello per alleviarvi il dolore, e nessun test di ingresso universitario prevede che vi sbattiate la professoressa MILF e la sua assistente “just turned 18”  fino a raggiungere la lode; non pensatevi nemmeno di passeggiare per l’est europa con una telecamerina in mano e convincere la prima figona che passa a darvela dietro ad un cespuglio in cambio di denaro… ok… forse su quest’ultima  c’è un margine di fattibilità ma è un’eccezione.

 

Non sono solo le situazioni che portano  i protagonisti di un film porno a fare sesso ad essere surreali  – DLIN DLON it’s a big sausage pizza! – ma anche le pratiche e le modalità di svolgimento dell’atto stesso, quindi fate molta attenzione quando in un impeto testosteronico vi improvvisate piccoli (in tutti i sensi) Rocco Siffredi.

 

Di seguito le pratiche da film porno da usare con molta attenzione

 

LO SCHIAFFO PENE

Non c’è cosa più divertente e appagante che sbatacchiare il proprio uccello barzotto in faccia alla propria partner, oppure su chiappe e tette, o anche per pestare il macinato per fare gli hamburger in alternativa SLAP SLAP SLAP!

Non dico che sia sbagliato farlo, anzi può risultare davvero divertente, però avvisate prima la vostra compagna perché accompagnarla all’ospedale con un occhio nero da “trauma da glande turgido” può essere imbarazzante

 

CUMSHOT

Se anche voi come me avete un certa esperienza in merito saprete benissimo che nel 99% dei casi (sempre che non si stia guardando un Creampie) l’uomo viene ovunque tranne dove madre natura avrebbe indicato per la conservazione della specie. Faccia, bocca, tette, sedere, schiena, a volte viene colpito pure il povero operatore dietro alla telecamera.

Anche in questo caso basta accordarsi prima, non è detto che lei apprezzi ricevere miliardi di possibili figli in pieno viso.

Una volta, dopo un “facial rubato” ho provato a sdrammatizzare con “ehm…. cumfactor, the make-up of make-up artists” ma non è servito…

 

IL BATTIPALO

Avete presente quella posizione in cui lei si mette a testa in giù ai margini del letto, con collo e spalle che poggiano sul pavimento gambe all’aria? Voi uomini dovreste poi mettervi dietro a lei, indirizzare il vostro Apollo 13 verso il basso e cominciare a battere come quando si pianta una bricola in Canal Grande a Venezia. Zero pleasure, lasciate perdere.

 

GOLA PROFONDA

Ogni pornostar che si rispetti puoi infilarsi un casco di banane in gola e sorridere nel mentre… ogni pornostar ho detto, probabilmente se tenti di fare una gastroscopia a tradimento alla tua ragazza rischi di ritrovarti le palle inzaccherate con il rigurgito della cena romantica che avete appena fatto. Sappiamo che sotto sotto c’è una Jayden Jaymes in ogni donna quindi anche in questo caso è sufficiente avvisare prima “Tesoro ti piacerebbe assaporare la sensazione del Monte Bianco quando hanno fatto la Torino-Lione?”

 

3,2,1..ANAL!

No, non puoi farlo. Non puoi infilarlo nell’ingresso posteriore così in scioltezza come infilare un calzino. Se è la prima volta che vi avventurate in questi oscuri sentieri sappiate che ci vuole un po’ di pazienza e tanto, tanto, tanto lubrificante. Inoltre preparatevi psicologicamente perché il rischio di ritrovarvi un pene cacca-camouflage è sempre dietro l’angolo!

 

CULINBOCCA

Più conosciuto come ATM (Ass to Mouth) è una pratica che accompagna il vostro pene attraverso questo simpatico itinerario: dal culo alla bocca senza passare dal via. Anche se vi siete appena fatte un clistere all’essenza di pino immagino che gli umori del proprio intestino non siano proprio la prima cosa che vi verrebbe in mente di degustare. Quindi uomini, sempre che non siate usciti con Sara Tommasi, lasciate perdere, probabilmente non le piacerà!

 

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM ANDREA ARGENTON

ENTRA NELLA COMMUNITY