LoverCoasters, una vita a testa in giù

Queue line: impariamo a stare ordinatamente in coda

0
Like

Buongiorno amici dei parchi!

Come avete notato, settimana scorsa, abbiamo mancato il nostro appuntamento: me ne scuso infinitamente, ma dovete sapere che tra le mie millemila passioni c’è anche quella per il Carnevale. Collaboro con l’organizzazione della manifestazione nel mio paese e, settimana scorsa, presa dai bagordi mascherati, proprio non ce l’ho fatta a essere puntuale.

C’è da dire anche che questo è in assoluto il momento peggiore per me: sono passati quasi 2 mesi dalla mia ultima visita ai parchi e devo pazientemente attendere ancora un mesetto per fare una scorpacciata di adrenalina. I ricordi delle mie scorribande parchistiche risultano così lontani ed annebbiati nella mia mente e ogni volta che penso a un rollercoaster lo faccio con la nostalgia che si dedica ad un caro amico lontano che non si vede da tempo.

Mi risulta perciò anche difficile trovare qualche spunto di discussione in questo “periodo di magra”. Allora ho pensato che potevo dedicare qualche momento per svelare qualche “malizia” a chi  di parchi non se ne intende moltissimo per aiutarvi nella vostra prossima visita.

Uno dei problemi principali che sicuramente dovrete affrontare è quello della gestione del tempo e, più precisamente, della problematica di attesa per poter salire su un’attrazione. Negli ultimi periodi quasi tutti i parchi hanno adottato un sistema che permette agli ospiti di conoscere le durate delle code delle principali attrazioni. Normalmente si trovano nell’applicazione ufficiale del parco, scaricabile su tutte le tipologie di smartphone e, spesse volte, il parco stesso, offre delle aree con wi-fi gratuito proprio per poter consultare l’app del parco.

2013-08-10 15.44.56

App di Gardaland Tempi di attesa

Con questo escamotage risparmiate di compiere i chilometri inutilmente.

Un’altra cosa che dovete sapere è la differenza tra le varie tipologie di code che esistono:

–  coda classica: è la coda normale; l’attesa dichiarata all’ingresso è tarata sull’affluenza in questa queue line;

– coda privilegiata o fastpass o saltacoda, ecc: questa coda è un accesso preferenziale per gli ospiti che godono di determinati privilegi (normalmente perchè hanno pagato un supplemento). Normalmente l’attrazione viaggia un giro con gli ospiti della coda classica e un giro con la coda privilegiata. Questo sistema permette a chi se lo può permettere di ridurre notevolmente l’attesa, ma a condizione che i privilegiati non siano molti: altrimenti si rischia solamente di intasare entrambe le code e prolungare i tempi di attesa.

– single rider (viaggiatore singolo): questo tipologia di coda è diffuso nei parchi europei e sta prendendo piede anche da noi: si tratta del classico “tappabuchi”.

Indicazioni all'ingresso della coda Single Rider dell'attrazione Raptor a Gardaland

Indicazioni all’ingresso della coda Single Rider dell’attrazione Raptor a Gardaland

In pratica, nelle giornate di grande affluenza, quando rimangono liberi dei posti, per non far partire l’attrazione con sedili vuoti, si attinge da questa coda. Bisogna fare molta attenzione: innanzitutto non è detto che il tempo sia inferiore rispetto a quello della coda normale. Potrebbe infatti capitare per assurdo che siate costretti ad aspettare di più,  perchè non c’è nessun sedile libero. Seconda controindicazione sta nella scelta del posto: non potete esprimere preferenze: verrete indirizzati laddove rimane uno spazio vuoto. Ultima annotazione: ovviamente i gruppi di amici verranno divisi: magari alcuni saliranno sull’attrazione ed altri dovranno aspettare ancora in coda. Il vantaggio è che, se si gode di buona fortuna, si riesce a fare qualche giro in più nelle giornate di maggiore congestione. Quando decidiamo di avventurarci in single rider, io ed i miei amici, facciamo le scommesse sul tipo di compagno di viaggio che capiterà ad ognuno: sarà l’affascinante donzella, la milfona, il vecchio puzzolente o il marmocchio urlante? Questo gioco rende l’attesa davvero divertente!

Quindi, quando scegliete la coda state attenti a non sbagliare!

Spero di avervi aiutati anche questa volta!

A settimana prossima!

Maura

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY