Pantone 259

Questione di numeri

0
Like

Innanzi tutto volevo ringraziare tutte le follower che hanno taggato la loro scollatura su instagram con #gushmaggercleavage, siamo arrivati a ben ZERO foto in una settimana! Il che significa un’altissima media di ZERO foto al giorno… grazie, grazie davvero… dovrò continuare ad usare il tumblr amateurbreasts come un comune mortale… cioè passate in 60 mila ogni mese per questo blog.. ce ne fosse una un po’ zoccola!

 

Questa mattina ero in auto, radio accesa come sempre a fare la spola tra Virgin e Deejay, quando ad un certo punto la Litizzetto con la sua voce fastidiosissima se ne esce con la classifica delle regioni italiane dai peni più lunghi

 

Nonostante anni di intensa propaganda politica di celodurismo avessero professato sempre il contrario, a quanto pare il popolo padano si contende il triste primato di uccelletti in miniatura assieme ai cugini friulani. Ora, devo ammettere di avere sempre avuto il dubbio di avercelo piccolo, difatti sono riuscito a tatuarmi sul pene solo i primi 4 libri dell’antico testamento… non sono nemmeno arrivato al Deuteronomio. Perché mi sono tatuato l’antico testamento sul pisello? Per portare la parola del Signore nella bocca delle giovani miscredenti ovvio!

 

Classifiche a parte il maschio medio vive nell’insoddisfazione, quasi il 50% degli uomini non è contento delle proprie dimensioni, un dato discordante con l’84% delle donne che ammette di essere pienamente soddisfatta del proprio giardiniere congolese.

 

Se vi state domandando se rientrate nella media vi caccio li un numero: circa 14 cm, oltre tale soglia siete già un king. Dopo i 20 siete delle divinità, a 30 probabilmente di cognome fate Ndmoba, Badulu o Mambu e Barbara Berlusconi vi sta firmando un contratto con il Milan.

 

Nel caso in cui siate dei portatori sani di colibrì sappiate che le dimensioni non sono l’unico parametro di valutazione da parte dalla vostra compagna di letto. Si lo so, avere una mazza tanta aiuta ma potreste rimanere sorpresi da cosa guardano le donne durante il sesso – a parte i vostri calzini bianchi in spugna che non vi siete tolti durante un reverse cow girl –

 

La pulizia: da un sondaggio risulta che mediamente il maschio single cambia le lenzuola del proprio letto una volta ogni 3 mesi… ogni 3 mesi!!! Sapete quante eiaculazioni devono assorbire le vostre lenzuola in 3 mesi? Alla fine dei 90 giorni non avete un lenzuolo avete un pannello in cartongesso. Usate lenzuola pulite, lo vostre compagne saranno contente di essere le prime a squirtarci sopra.

 

Fate palestra: sembra una banalità, ma l’80% dell’attrazione sessuale è data dal fisico, e non stiamo parlando di scienziati o di laureati in fusione nucleare, ma di deltoidi, pettorali e addominali. Una regola che però è stata prontamente smentita da una cara amica che mi ha confessato di aver abbandonato sul più bello un belloccio palestratissimo dopo aver scoperto che aveva un ditale da sarta in mezzo alle gambe. Però è sempre meglio essere un palestrato con un piselletto che un panzone con il piselletto no? Sotto con quella panca piana!

 

Pulizie 2: ammetto di avere il forte sospetto che questa sia una voce messa in giro da qualche femminista, ma pare che aiutare nelle faccende di casa come lavare i piatti, fare i letti, cucinare o mettere ad asciugare i panni sia sessualmente attizzante per le nostre partner. Dobbiamo crederci? Io le poche volte che rifaccio il letto mi prendo solo una valanga di insulti perché lo rifaccio male!

 

Tempi: È inutile avere un bazooka se dopo 45 secondi ha già sparato tutti i colpi. Anche qui la media non è esaltante… circa 6 minuti. Se la durata non è il vostro forte esistono in commercio lozioni oppure profilattici ritardanti… una volta ne ho usato uno, ok non mi crederete mai ma il farmacista si era confuso inserendo nel distributore automatico le confezioni ritardanti al posto di quelle XXXL e così mi sono ritrovato tra le mani i profilattici sbagliati.

Una volta indossato mi  è sparito il pisello.. non sentivo più niente giuro… come nella Storia Infinita “il nulla” si era impadronito della regione in mezzo alle gambe.. il consiglio è di non usarli se non in caso di vera ipersensibilità.

 

Vi devo lasciare, non prima di svelarvi chi sono i più dotati d’Italia: i molisani! Dov’è il Molise? E chi lo sa! Da qualche parte tra il Trentino e la Calabria!

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM ANDREA ARGENTON

ENTRA NELLA COMMUNITY