Odio i ricci

Quelli che… io mi indigno (a prescindere e senza ragionare)

0
Like

All’indignazione che regnava sovrana su ogni social network dopo il finale di “Gomorra 2”, non riesco a dare una spiegazione logica.

Oltre che le solite polemiche legate al fatto che si parli di camorra in una serie tv, cosa assurda perché noi dovremmo solo ringraziare Roberto Saviano, Stefano Sollima e tutte le persone che ci hanno lavorato, perché finalmente se ne parla come se ne dovrebbe parlare, questa volta il “popolo del web” è riuscito ad insultare pesantemente anche Fabio De Caro, attore che ha dovuto interpretare una scena in cui uccide una bambina.

Dunque, la camorra di vittime innocenti ne ha fatte parecchie, bambini compresi, basta documentarsi.

La camorra fa schifo ed è esattamente quello che ci hanno fatto vedere.

Avete paura del fenomeno dell’emulazione? Beh, di solito chi emula i camorristi, ha in casa un camorrista.

Ci sono padri, nonni, zii che passano (e anche con orgoglio) pistole e comando al sangue del loro sangue, non è certo una serie tv che può spostare equilibri così delicati.

Ma soprattutto, chi ha scritto a Fabio De Caro che doveva rifiutarsi di girare quella scena, davvero quando va al lavoro, timbra il cartellino e si trova di fronte il proprio capo che a fine mese sborsa lo stipendio, è in grado di dire “mi rifiuto di fare quello che mi chiedi”?

Tutti bravi a giudicare, ma anche fare l’attore è un lavoro.

E la cosa che più mi ha fatto male è stato vedere che negli stessi giorni del finale di stagione di “Gomorra 2”, c’era un fatto di cronaca molto importante che girava su tutti i siti, la storia di Oscar Pistorius.

Sì, perché il Pistorius che per anni ci ha fatto vedere quanto anche le persone come lui possono vivere esattamente come tutte le altre, come un handicap non è assolutamente un limite, lui, che ha sparato e ucciso la sua fidanzata come se nulla fosse, va in aula senza protesi per farci provare pena e per dimostrare che quella maledetta sera, senza protesi, non aveva l’equilibrio adatto per uccidere volontariamente una persona, gli saranno partiti dei proiettili.

Quasi nessuno si è indignato per questo, nessuno ha urlato per un fatto così grave e lui, il povero piccolo Oscar, probabilmente non farà nemmeno un giorno di prigione.

E allora, se avete  davvero paura dell’emulazione, insegnate ai vostri figli a combattere per le cose importanti e non a sbraitare per cose senza senso.

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM NADIA VENTURINI

ENTRA NELLA COMMUNITY