Factory Mag

“La Protesta e l’Amore”: Tour 2017 di Luca Bonaffini

0
Like

Luca Bonaffini, cantautore e scrittore, racconta con musica e parole la storia della musica d’autore italiana dal dopoguerra ai giorni nostri. Quattro serate a teatro, con lo special guest di un artista “storico” che riceverà la Targa ad honorem “La protesta e l’amore”, nel corso della serata.

Tutto cominciò 40 anni fa, quando un adolescente come tanti, incuriosito dalle nascenti radio libere, dall’imperare dei 45 e dei 33 giri e dalle piazze infuocate dei movimenti studenteschi, decise di impugnare una chitarra.

Poi, la scoperta di un linguaggio (molto di moda in quegli anni): quello dei cantautori. Si chiamavano canzoni di protesta, quelle che cantavano gli allora giovincelli Bertoli, Lolli, De Andrè, Guccini, De Gregori, Venditti, Gaber e tanti altri. Alcuni di loro erano già stati autori di canzoni per interpreti noti come pop artist (Mina e Celentano ad esempio), ma poi, quando musica e politica si erano incontrati, ecco che la canzone impegnata aveva avuto il sopravvento.

Fino a quando gli anni ’80 hanno traghettato la canzone d’autore verso il pop globale, mettendo in pensione cantautores, chansonnier, rock’n e roller e songwriter in compagnia dei loro indimenticabili vinili.

Luca Bonaffini, cantautore per necessità e per scelta, nel 1985 iniziò la sua avventura discografica, ispirandosi ai maestri illustri, schiacciato – come tanti antieroi della sua generazione – tra lo stivale ideologico del passato recente e l’asfalto mediatico del futuro imminente.

Eppure, trent’anni di album (oltre 50 dei quali 12 suoi come solista e gli altri come autore per artisti importanti), di spettacoli e di libri è riuscito a realizzarli.

Dal 2 marzo, Luca sarà in tour nei teatri italiani con lo show-concept “La protesta e l’amore” ispirato al libro-intervista a lui dedicato dallo scrittore siciliano Mario Bonanno, in occasione – appunto – dei suoi trent’anni di carriera.

La formula è davvero anomala, originale oseremmo dire. No cover, no tribute. Ma nemmeno un concerto autocelebrativo, pieno di canzoni (probabilmente, a detta dello stesso Bonaffini) sconosciute ai più.

Quindi cosa accadrà durante le 4 serate previste nel breve tour?

Luca Bonaffini, chitarra alla mano, spiegherà – tramite accordi, racconti e citazioni di brani famosi o emblematici – la genesi delle sue canzoni e le fonti di ispirazione del suo scrivere, coinvolgendo il pubblico presente in sala. Inoltre, per ognuna delle quattro serate, sarà presente un testimonial, un ospite famoso, a cui Bonaffini dedicherà un momento biografico e a cui consegnerà la targa “La protesta e l’amore, assegnata dal gruppo discografico C7 in collaborazione con Gilgamesh Edizioni.

Le serate previste sono le seguenti:

  1. BRESCIA – Teatro Sereno, giovedì 2 marzo 2017
  2. SARMEDE (TV) – Teatro Comunale, sabato 18 marzo 2017
  3. OCCHIOBELLO (RO) – Teatro Comunale, venerdì 24 marzo 2017
  4. LEGNANO – Teatro Ratti, martedì 28 marzo 2017

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MARZIA CORIO

ENTRA NELLA COMMUNITY