Scienza & Gnorri

Parker Solar Probe – La sonda che toccherà il Sole

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti a questa puntata dedicata a Parker Solar Probe, la sonda Nasa lanciata lo scorso 12 agosto, con il preciso scopo di studiare la nostra Stella. Buona scienza e buona lettura a tutti con Scienza & Gnorri.

La presunta data di arrivo si sta avvicinando e la piccola sonda, delle dimensioni di un auto, potrà fornirci informazioni importanti sulla stella che da vita al nostro pianeta. Le prime osservazioni sono previste già per questo mese.

Il lancio è avvenuto da Cape Canaveral (a differenza del lancio della sonda Insight, avvenuta per la prima volta sulla costa ovest, a Pasadena) il 12 agosto, grazie al razzo pesante Space Launch Complex-37. La missione avrà la durata di 7 anni, nel quale la sonda effettuerà 24 passaggi intorno al Sole e altri 6 vicino a Venere. Grazie al pianeta la sonda potrà sfruttare la sua gravità per regolare la priopria traiettoria. Si avvicinerà al Sole fino ad una distanza di 3,8 milioni di miglia. A questa distanza il Parker Solar Probe sarà in grado di viaggiare alla velocità di 430.000 miglia orarie, stabilendo un nuovo record per l’oggetto in movimento più veloce mai realizzato dall’uomo!

parker solar probe launch

Didascalia: The United Launch Alliance Delta IV Heavy rocket launches NASA’s Parker Solar Probe to touch the Sun, Sunday, Aug. 12, 2018, from Launch Complex 37 at Cape Canaveral Air Force Station, Florida. Parker Solar Probe is humanity’s first-ever mission into a part of the Sun’s atmosphere called the corona. Here it will directly explore solar processes that are key to understanding and forecasting space weather events that can impact life on Earth.
Credits: NASA/Bill Ingalls

Perchè questa missione è così importante? Quali informazioni ci fornirà Parker Solar Probe? Le osservazioni della sonda permetteranno ai ricercatori di migliorare le previsioni sugli eventi meteorologici spaziali (alcuni di questi hanno la forza necessaria a danneggiare i satelliti, interrompere le comunicazioni radio, provocare danni permanenti agli astronauti in orbita o anche interrompere le reti elettriche). Gli scienziati sperano inoltre di rispondere ad altre domande fondamentali che riguardano la stella:

  • Qual’è il segreto della corona solare?
  • Cosa guida il vento solare supersonico (flusso costante di materiale solare che attraversa l’intero sistema solare)?
  • Come possono le particelle energetiche solari accelerare fino a oltre la metà della velocità della luce mentre si allontanano dal Sole?
parker solar probe illustration

Didascalia: Illustration of Parker Solar Probe approaching the Sun.
Credits: NASA/Johns Hopkins APL/Steve Gribben

Per maggiori informazioni vi invito a visitare la pagina ufficiale della sonda Parker Solar Strobe nel sito della NASA, che trovate qui.

Non ci resta quindi che attendere i primi risultati dalla Parker Solar Strobe (il cui nome deriva dal fisico Eugene Parker, colui che per primo teorizzò l’esistenza dei venti solare nel lontano 1958) e aiutarci a comprendere meglio il nostro universo!

Alla prossima settimana con Scienza & Gnorri!

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY