Cipolle rosse

Occhiali da sole senza sole: un’altra strana mania

0
Like

Si dice che è facile sparare sulla Croce Rossa. Io dico che è ancora più facile sparare su quella Croce che ci portiamo appresso e che si chiama Moda. E anche in questo articolo, lo ammetto, ero pronta a prendermela con un accessorio utile che è stato trasformato in un feticcio inutile a favore di fashion-manie: l’occhiale da sole. A darmi il La della riflessione è stato un incontro non poco terrificante con una baby Chiara Biasi che, all’interno di un cinema, in attesa della proiezione delle 22.45 (!!!), riempiva il suo sacchetto di gommose caramelle indossando occhiali scuri. Dopo essermi assicurata che fosse per scelta e non per necessità, ho sentito realmente l’impulso di chiedere alla fanciulla se, secondo lei, il fatto che la sua mascherina cat-eye costasse sui 300 euro (50 di montatura e lenti, 250 di brand) le dava il diritto di portarla anche senza il sole. L’educazione mi ha trattenuta. Alla fine, non ho forse imparato che la Moda libera gli oggetti dalle loro condizioni necessarie e sufficienti? Per Lei ci mettiamo i gambali da pioggia quando c’è bel tempo, gli stivali al ginocchio quando il termometro segna 40 gradi, il giubbino di pelle anche se nevica e, perché no, gli occhiali da sole quando c’è buio. Poiché a questa follia non c’è rimedio, ho deciso di guardare le cose da un’altra prospettiva. Esclusa la (sicura e innegabile) diva-mania, ho iniziato ad immaginare quali storie fantastiche potesse nascondere la ragazza dietro a quelle lenti scure. Ho immaginato una principessa che per una sera vuole passare inosservata. Un’adolescente in lacrime per la fine del suo primo amore. Una studentessa con le occhiaie da ultimo esame dell’università. Una neo mamma che non dorme da mesi ma che, comunque, è tanto felice.

E così questo articolo lo voglio dedicare a tutti quelli che nascondono qualcosa in più dietro a quegli occhiali da sole. E perché no, anche chi se li mette dentro il centro commerciale solo per fare il figo.

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM MARTA GOLFRè A.

ENTRA NELLA COMMUNITY