Scienza & Gnorri

Novità dalla scienza

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti a questa puntata speciale di Scienza & Gnorri dedicata alle più recenti novità dalla scienza. Questa nuova rubrica di Scienza & Gnorri avrà lo scopo ultimo di raccontarvi le ultimissime novità nei vari campi della scienza, così tutti possiamo tenere il passo con il futuro. Buona lettura a tutti!

novità dalla scienza rappresentazione sistema solare

Novità dalla scienza – Rappresentazione classica del sistema solare

Mercurio è il pianeta più vicino alla Terra.
In un articolo pubblicato il 12 marzo nel sito Physics Today, grazie ad una simulazione del moto dei pianeti sembrerebbe che sia Mercurio il pianeta più vicino alla Terra, e non Venere come comunemente condiviso (parliamo comunque di distanza reale, non relativa. Prossimamente lo studio sarà sottoposto ad una revisione scientifica per verificarne la correttezza.

Il cervello umano potrebbe inconsciamente rilevare il campo magnetico terrestre
Uno studio pubblicato il 18 marzo dal sito eNeuro, sosterrebbe che il cervello umano, in uno stato totalmente inconscio, sarebbe in grado di percepire e rilevare il campo magnetico terrestre. Ancora non si sa invece come questo abbiamo implicazioni sulla nostra vita di tutti i giorni, ma è sicuramente una scoperta interessante per capire le potenzialità del nostro cervello.

movità dalla scienza pillola anticoncezionale uomo

Novità dalla scienza – Pillola anticoncezionale per uomo

La pillola per uomo supera il primo test clinico
Il nuovo farmaco anticoncezionale per uomini, chiamato 11-beta-MNTDc, ha superato il primo test clinico sugli esseri umani: dopo un mese di assunzione infatti i soggetti non hanno avvertito alcun effetto collaterale significativo e al contrario si è riscontrato un abbassamento significativo di due ormoni essenziali per la produzione di spermatozoi. Il tutto senza conseguenze sulla libido. I risultati di questo primo primo test sono stati presentati al congresso della Endocrine Society a New Orleans. Seguiranno ulteriori test, ma i risultati sono decisamente promettenti.

Confermata la scoperta di un nuovo Pentaquark
Il 26 marzo gli scienziati del Large Hadron Collider confermano la scoperta di nuove particelle, denominate Pentaquark, confermando le precedenti teorie sulla struttura dei Pentaquark (composti quindi da 4 quark e 1 antiquark).

Se volete seguire altre scoperte vi invito a rileggere i seguenti articoli di Scienza & Gnorri:
Sangue artificiale ottenuto da cellule “immortali”
Vulcano, scoperto il pianeta di Spock
Speciale: c’è acqua sulla Luna

Alla prossima settimana!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY