Quando vivi a Mosca ma dici Aò!

Che se non ci fosse inferno e paradiso, L’uomo stesso l’inventerebbe.

0
Like

“Con rimprovero non mi guardare,
Io non celo il mio disprezzo per te,
Ma amo il tuo sguardo languido
E la tua astuta dolcezza.

Sì mi ti mostri distesa
E, magari, son lieto di vedere,
Come la volpe, fingendosi morta,
Sta all’agguato dei corvo e dei suoi piccoli.

Ebbene, fa’ così pure con me,
Ma perché non s’è spento il tuo ardore?
Nella mia anima indifferente ormai
Si sono imbattute altre simili a te.

Non sei tu che io amo, mia cara,
Tu sei soltanto un’eco, solo un’ombra:
In te io sogno un’altra,
Che ha occhi cerulei.

Anche se essa non appariva dolce
E, magari, era fredda all’aspetto,
Con la sua maestosa andatura
Profondamente mi scuoteva l’anima.

E una come lei non l’offuschi,
E te ne andrai, anche se non vuoi,
Ma non potrai già ferirmi il cuore
Con una menzogna intrisa di carezze.

E tuttavia, pure disprezzandoti,
Sconcertato scopro per sempre
Che se non ci fosse inferno e paradiso,
L’uomo stesso l’inventerebbe.”

~Sergej Esenin~

Buon Natale!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ANASTASIA

ENTRA NELLA COMMUNITY