HeArT

Nivea VS Neve e la solita lotta di potere

0
Like

La storia del ricco contro il povero sembra sempre qualcosa di antiquato, purtroppo invece fa sempre parte della nostra realtà. In questo caso parliamo della notizia che gira in questi giorni sul web, cioè dalla diatriba tra la multinazionale Nivea e la casa di cosmetica bio Neve Cosmetics, per chi non sapesse cosa è successo ecco un breve riassunto: la Nivea tre anni fa ha fatto causa alla Neve per il nome dato alla propria azienda, troppo simile a quella della multinazionale tedesca e il giudice milanese in questi giorni ha dato ragione alla Nivea in quanto i due nomi provengono dalla stessa etimologia niveus/nivea/niveum ossia “bianco come la neve”.
I tedeschi temevano che ci sarebbe potuta essere confusione tra i nomi e la cosa secondo me avrebbe solamente giovato la multinazionale visto che i suoi prodotti sono quelli con il più alto tasso di tossicità sul mercato, basta fare un giro su internet per fare un confronto sugli Inci (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) dei vari prodotti per capire quanto la quantità di qualcosa non sia sempre sinonimo di qualità.

20150917_nivea+

La Neve Cosmetics è operativa già da 6 anni ed è specializzata nella produzione di cosmetici e accessori per il make up completamente bio e in questi anni ha fatto dei grandi progressi producendo dei prodotti di qualità e sicuramente ha dato una mano a tutte quelle ragazze che hanno dei problemi alla pelle come le allergie, basti pensare a tutte quelle che sono allergiche al nichel con i prodotti Neve hanno risolto tanti problemi ma non solo, ovviamente tutto viene curato nel rispetto della natura quindi un altro punto a favore.
Questo prodotti sono conosciutissimi perché spesso vengono pubblicizzati da grandi blogger/make up artist come ClioMakeUp, addirittura MakeUp Delight ne è diventata testimonial creando una palette tutta sua e trovo ingiusto che queste piccole realtà, in questo caso pure italiana, vengano schiacciate dalle grandi aziende solo per un capriccio (o forse solo per i soldi), sta di fatto che le donne d’Italia non si tirano indietro e lottano per una giusta causa. Su change.org è partita la petizione #stoconneve che ha già raggiunto più di 8mila sostenitori, perché si deve sostenere la qualità, perché si deve sostenere il Made in Italy ma soprattutto perché si deve sostenere il lavoro delle persone che cercano di portare avanti un’ideale che non deve essere seppellito da il solito potere.j

Per l’immagine di copertina:
Credits photo quicktwitter.com on Pinterest
Editing by @imnotafashionblog

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM LUCIA MELAS

ENTRA NELLA COMMUNITY