Dall'altra parte del vetro

Natale? Ad ognuno la sua canzone

0
Like

Oggi inizia ufficialmente il periodo natalizio, un periodo tanto amato come tanto odiato da tantissime persone. Gli addobbi in giro per la città provocano sempre quella sorta di malinconia giustificabile, perché forse in questi periodi di festa ti accorgi più di quello che ti manca che di quello che hai, fatto sta che, ci piaccia oppure no, ci stiamo tutti dentro e l’unica cosa che ci resta e cercare di affrontare questo periodo nel miglior modo possibile.

A Natale tutto cambia, anche la musica, basta andare anche in un semplice supermercato per sentirsi inebriati dalla musica natalizia in diffusione. Le canzoni di Natale per molti sono un tallone d’Achille, della serie molti provano a farle ma pochi ci riescono come si deve, è difficile lasciare il segno. In tanti hanno provato a fare degli album di Natale, alcuni hanno questa cosa nel sangue (Michael Bublè, si tu sei uno di quelli) altri invece lo fanno perché sono coinvolti in un vortice di popolarità che sinceramente non si possono lasciar scappare. Ad esempio, quest’anno qui in Italia sono usciti l’album di Natale di Marco Carta e Valerio Scanu, ma per quanto quest’ultimo provi ad aggirarsi con questa aureola di pace e fratellanza, credo che per un bel periodo noi ce lo ricorderemo così.

image

Bando alle ciance, adesso passiamo alle cose più o meno serie con un excursus nelle canzoni di Natale che girano un po’ per radio, o per le classifiche, in questo momento. Preciso che non è la classica classifica del “meglio di”, ma semplicemente una piccola emulsione tra cose nuove e cose vecchie.

Visto che questa rubrica si occupa principalmente di radio non possiamo che iniziare parlando della canzone di Natale di Radio Deejay. Ormai è una tradizione, gli ascoltatori affezionati l’aspettano con ansia e quest’anno per loro ci sono anche tante altre sorprese in serbo. Innanzitutto la canzone s’intitola Natale con Deejay e quest’anno, rispetto agli ultimi anni, è una canzone totalmente inedita, scritta e cantata da Max Pezzali. A parte la programmazione maniacale via radio, la si può scaricare su iTunes, ascoltare su Spotify, insomma i tempi di aspettare di registrare la canzone con la cassettina sono passati. Ma questa è solo una delle novità, infatti dal 9 dicembre troverete in vendita un cofanetto che si chiama Natale a casa Deejay, dove troverete tutte le canzoni di Natale degli anni passati e in più il dvd di Natale a Casa Deejay, film uscito nel 2004, che aveva come protagonisti i deejay della Radio. Insomma, per i veri fan di è sicuramente un cimelio da non perdere.

La seconda canzone che vi voglio proporre sta facendo impazzire tutto il mondo, dobbiamo essere sinceri non proprio per la canzone in se ma perché fa da colonna sonora allo spot di Natale dell’anno. Stiamo parlando del pezzo di Tom Odell Real Love che fa da sottofondo allo pubblicità dei grandi magazzini londinesi John Lewis, basta dirvi il video del bambino con Monty il pinguino e forse molti di voi avranno già capito di che cosa sto parlando (comunque se non avete capito di che cosa sto parlando basta cliccare qui per vederlo). Il pezzo non è un inedito, è stato scritto da John Lennon negli anni ’70 ed è stato pubblicato solamente a metà degli anni ’90 dagli stessi Beatles in occasione della loro antologia. Ovviamente non è una canzone di Natale, ma questa nuova veste che gli è stata data sicuramente gli sta facendo riscuotere grandissimi consensi.

Per la terza canzone scomodiamo tanti artisti, perché stiamo parlando di Do they know it’s Christmas? visto che quest’anno siamo arrivati alla sua 4ª edizione, infatti dopo la crisi mondiale dovuta all’ebola, artisti britannici (tra cui Bono degli U2, Chris Martin, Ed Sheeran e One Direction) hanno deciso di ripubblicare questa canzone per raccogliere fondi contro questo virus che sta affliggendo soprattutto il continente africano. Si era partiti nel 1984, quando Bob Geldof decise di riunire un gruppo di artisti per raccogliere fondi per la carenza di cibo in Etiopia e in trent’anni sono state fatte ben quattro versioni, ma quando la causa è così nobile, acquistarla non può che essere una cosa buona e giusta.

Per la quarta canzone non possiamo che citare Mariah Carey con All I want for Christmas is you. Si, lo so che a molti di voi il solo ascolto delle prime note vi fa accapponare la pelle, però ragazzi, questo pezzo sembra uscito ieri e invece proprio quest’anno ha compiuto la bellezza di vent’anni e poi è l’unica canzone che qui in Italia con l’arrivo di dicembre entra automaticamente in classifica e dal 1994 fino ad oggi ha venduto in tutto il mondo più di 12 milioni di copie e chissà quante ancora ne venderà. Io la definisco “la pensione” di Mariah perché anche se non dovesse fare più nulla, solo grazie a questa può dormire sonni tranquilli.

L’ultima proposta riguarda Fairytale of New York dei The Pogues. Per chi non li conoscesse è un gruppo punk – folk irlandese che ha avuto la meglio negli anni ’80. Questa canzone è del 1987 e mi è rimasta in testa grazie alla mia insegnante d’inglese londinese che ci diceva sempre che quando stava lontana da casa e sentiva questa canzone le veniva sempre nostalgia del suo paese. Questo pezzo non ha avuto vita facile perché ai tempi BBC Radio 1 decise di censurarla per alcuni passi (i passi incriminati “You’re a burn, you’re a drunk / you’re an old slut on junk / lying there almost dead on a drip in that bed / you scambag you maggot / you cheap lousy fagott / Happy Christmas you arsel pray God it’s our last” chi vuole capire capisca) facendo però subito marcia indietro dopo le innumerevoli proteste da parte di molte persone e artisti, diciamo che per certi versi non è la tipica canzone da volemose bene ma se guardate la classica inglese capirete subiti che ormai fa parte della loro tradizione.

Queste erano solo cinque delle proposte che potete trovare in giro, sicuramente ce ne sono delle altre ma l’elenco sarebbe stato infinito. Se pensate che qualcun’altra sia degna di nota potete segnarla qui nei commenti.

Alla prossima!

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM LUCIA MELAS

ENTRA NELLA COMMUNITY