#Napoligrandelibro, sì lo penso, oggi più che mai.

Sono sempre stata critica verso tutti i problemi che affliggono Napoli, come tutte le città d’Italia e d’Europa, verso l’amministrazione cittadina, verso una parte di cittadini spesso indisciplinati e caciaroni, verso i media che ne danno sempre una immagine distorta, oleografica, volgare, stereotipata, descritta sempre con le stesse parole, con le stesse idiozie ripetute da tutti.

#Napoligrandelibro, oggi più che mai Napoli sta risvegliando una coscienza morale, culturale, sociale, come mai era accaduto prima. E questo risveglio non viene dalle amministrazioni che la governano, purtroppo no devo dire, a malincuore lo dico, questo risveglio viene dal profondo, viene dai cittadini perbene, da coloro che si danno da fare ogni giorno, viene da coloro che vogliono cambiare le cose che non vanno, da coloro che sono stufi di stare a guardare, da coloro che sono stufi di vedere discriminazione verso i cittadini e verso la città.

Basta con le solite porcherie dei mentecatti di un certo ignorante popolo del nord infarcito dalle cazzate della Lega Nord che ha distrutto l’Unità d’Italia, purtroppo è così, nella mente di certa gente l’ha distrutta per loro biechi obiettivi politici personali. Su questo non ammetto giustificazioni, non ammetto repliche e non lo perdonerò mai a quelli che hanno portato l’Italia ad un nuovo medioevo sociale e culturale.

Ma Napoli non è così, Napoli è al di fuori dell’ovvio e della discriminazione, lo è da secoli, da quando è stata dominata e martoriata da i tantissimi popoli che l’hanno governata. Napoli ha una sua precisa identità, subisce , assorbe e poi reagisce. Come sta accadendo in questi ultimi anni con un turismo vivacissimo e continuo nei 12 mesi dell’anno, con la sua rinascita sociale, solidale con i più deboli, con quelli che restano indietro, con la sua rinascita culturale fatta di iniziative continue in ambito editoriale, teatrale, cinematografico, giornalistico, una nuova coscienza scuote i cittadini perbene che si sono attivati per creare sviluppo e sviluppare nuove idee, tantissime nuove idee che coinvolgono altri cittadini volenterosi e pronti a mettersi in gioco.

Personalmente dico #stopalgomorrismo, basta gomorra e i suoi affiliati, basta con questa visione nera, cupa, pessimistica, questa visione del nulla deve cambiare, io dico #stopalgomorrismo. È da lì che parte tutto il male che poi diventa fonte di ispirazione negativa per i giovani. È una visione pericolosissima che non va esaltata né divulgata. Ecco perché dico #stopalgomorrismo!

#Napoligrandelibro perché Napoli è un grande libro su cui scrivere, è una grande occasione su cui investire, è una grande occasione da cogliere. Ecco perché #Napoligrandelibro, perché tutti possano scrivere una pagina nuova e positiva. L’immagine allegata ritrae la Chiesa di Santa Maria Apparente in corso Vittorio Emanuele, una delle tantissime chiese da visitare in città.

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM DANIELA MEROLA

ENTRA NELLA COMMUNITY