Quando vivi a Mosca ma dici Aò!

Mosca: la sento vibrare dentro di me.

0
Like

Le vibrazioni di questa città: un motivo forte, deciso, quasi l’unico giusto per restare.
Se te ne allontani, inizi a sentirne la mancanza, la dipendenza, la voglia.

Mosca è da mordere.
Piccoli brevi morsi, pieni di succo, vita, sudore, ansie, orgasmi, parole ed emoticons in perenne aggiornamento.
Sono mesi che la osservo di sera e di notte e finisco per volerla tutta per me.
Sa essere terribilmente affascinante, e piacevole, al punto giusto.
Ti cuoce al punto giusto.
E poi inghiottisce.

Nascono dei sogni, ambizioni, aspettative, desideri, voglie.
Vuoi assecondarli, assecondarti.
Vuoi.

Cadi nella tana del coniglio, entri nell’armadio magico, insomma ti imbarchi nel viaggio chiamato “Vita”, ma ti ritrovi impreparato.
Sei pieno di idee, ma zero esperienza.
Eppure ti prendono, ti danno la possibilità, spaventandoti a morte.
Riuscirai?
Qui i sogni sembrano essere più vicini, piu facili da toccare, ne accarezzi quasi la punta.
In realtà nessuno ti promette nulla, sei te stesso a creare l’inganno: tutti possono, io potrò; tutti fanno, io farò; ed io sarò anche meglio..
Lo vedi nelle loro facce: ci stanno ancora provando.
Ad averla.
Eccitati.

Qui è cosi: vibri assieme alla città, passi timido tra le sue cellule, mentre lei incide sicura le tue vene..
..un unico suono, un trambusto, un insieme di note difficili da digerire.

Se abiti a Mosca e non segui questo ritmo, non LA abiti.
Non venire qui con intenzione di rimanere a guardare, ben presto vorrai partecipare, vorrai diventarne il protagonista.
Avido.
Vibri.

Il traffico, le infinite linee telefoniche, porte scorrevoli e porte in faccia.
Arriverai al culmine.
Tutti vorranno confonderti, vorranno arrivare prima, primi.
Quindi, saprai tenere il ritmo?

Ed è qui che me lo chiedo:
Ci sarà un secondo appuntamento?

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ANASTASIA

ENTRA NELLA COMMUNITY