BI-Hub

MEGATREND: I prossimi orizzonti tecnologici

0
Like

Nell’attesa dell’appuntamento patavino con la BI-HUB del 29 ottobre incentrato su design, innovazione d’impresa e riqualificazione urbana, oggi affrontiamo un argomento attuale ed interessante: i megatrend tecnologici.

La sfida del progresso segue le rotte tecnologiche, ma quanto conta la pianificazione e la previsione dei cambiamenti che avverranno nel prossimo futuro?

A quanto pare conta molto, perché non è sufficiente cavalcare l’onda delle innovazioni divenute standard, ma bisogna costantemente aspirare a superarle, puntando dritto verso il passo successivo, verso la possibile evoluzione di questi traguardi tecnologici.

Proprio per questo motivo negli ultimi anni si è intensificato il lavoro di studio e di analisi, per riconoscere in anticipo quali potrebbero essere le tendenze del futuro, su quali settori potrebbe essere utile investire, quali orizzonti potrebbero risultare fruttuosi e redditizi in termini di investimenti.

I mega-trends tecnologici ci aiutano a capire questo e molto altro, provano ad intuire quali potrebbero essere le nostre usanze da qui ai prossimi vent’anni, quali tecnologie potremmo abbandonare e quali invece potrebbero esserci più utili, considerando quindi non solo l’aspetto strettamente economico, ma anche quello sociale ed umano.

E’ interessante notare come, in un orizzonte temporale di soli 3 anni, secondo le previsioni avremo un aumento consistente del fatturato che passerà attraverso i portali ecommerce raggiunti dagli smartphone, cosi come viene sottolineata l’incapacità, da parte delle imprese, di impiegare al meglio l’80% dei dati raccolti nel web da parte dei propri clienti.

Queste indicazioni ci aiutano a comprendere che il web si sta spostando sempre più verso una fruizione mobile, da una parte, mentre dall’altra che di tutti i cosiddetti “big-data” che possiamo ottenere o dei quali già siamo in possesso, ancora non abbiamo una idea chiara di come gestirli, ordinarli e sfruttarli al meglio, per aiutare i nostri modelli di business.

Un altro trend da non sottovalutare è quello del workstyle, ossia l’approccio al lavoro ed al mondo del lavoro.

Ad eccezione di alcuni settori che manterranno la loro connotazione classica, come il settore manifatturiero, entro il 2020 avremo un aumento sostanziale dei lavoratori abituati a gestire i propri tempi e spazi per mezzo della virtualità, da qualsiasi luogo e attraverso qualsiasi dispositivo.

Questo significa un cambio di passo anche nel modo di intendere il modo di lavorare, non più connesso al classico ufficio aziendale, ma iniziando a comprendere come potrebbe essere più utile concedere libertà di auto organizzazione e gestione del proprio tempo e risorse ai lavoratori, sfruttando tutti i ponti digitali ed i software che consentono una comunicazione ed una interazione pressoché illimitata ed una coordinazione piena ed istantanea.

Questi alcuni degli argomenti stuzzicanti e di pressante attualità, collegati all’universo della Bi-HUB, che continueremo ad affrontare nelle prossime uscite!

Buon inizio settimana!

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MASSIMILIANO SANTOLIN

ENTRA NELLA COMMUNITY