Gli occhi degli altri

Il matrimonio della mia migliore amica

0
Like

Quando una fra le tue migliori amiche ti chiama su Skype mentre sei dall’altra parte del mondo e ti dice “Enrico mi ha chiesto di sposarlo!”, forse la tua commozione è giustificata da 16.000 km di distanza e l’impossibilità di abbracciarla. Ma quella commozione è potente, per delle ragioni sconosciute e irrazionali solo all’apparenza. Se arrivi a conoscere qualcuno così bene da vedergli la felicità addosso anche senza guardarlo negli occhi, sentirti dire che si sposerà ti annoda qualcosa dentro, fa quasi male da quanto ti fa bene.

Quando poi, in un pomeriggio d’estate, quella tua amica ti chiede di essere la sua testimone di nozze regalandoti un libricino con la storia della vostra amicizia scritta dentro, forse la commozione è giustificata dallo stupore, dal sentirti avvolta da una felicità mai provata prima… Felicità per essere stata scelta come custode di qualcosa in cui credi tantissimo e che hai l’onore di poter testimoniare, felicità per esserti guadagnata un posto speciale nel cuore di quella che è anche un po’ la tua sposa. E dopo 13 anni che vi conoscete e tutto quello che avete passato, la felicità è tangibile.

testimonedellasposa

Quando poi vai in atelier a vederla provare abiti da sposa per la prima volta e ti prometti che non piangerai perché tanto la storia del groppo alla gola è tutta una farsa… a quel punto accetti che sarà un anno di commozione e va bene così. Perché vederla davanti a te vestita da Sposa e sapere che è la tua sposa, quella che tu dovrai consigliare e proteggere e consolare e rallegrare e sostenere e con cui condividerai emozioni profondissime… è una cosa semplicemente bellissima, quasi bella quanto la tua sposa sulla pedana di quell’atelier con addosso il vestito Giusto.

prova vestito

Con Maddalena e Enrico, io mi sento protettrice di qualcosa di ancestrale, una fiamma vera e ardente e duratura, una fiamma in cui sono la prima a credere con forza e gioia; un legame sacro perché fatto di dedizione e quotidianità e sporcarsi le mani insieme. E crescere. E rimanere persone semplici, generose d’affetto. E mantenere le proprie debolezze, e pian piano arginarle con la forza di un Amore vivace, maturo, pronto alle sfide. E far crescere quel sentimento di giorno in giorno. La mia “testimonianza” sarà quella di una che ha sempre creduto in tutto ciò che è vero e profondo e ti stringe il cuore e lo stomaco, e so che l’Amore di Enrico e Maddalena abbraccia tutto questo. Ha un valore inestimabile perché viene da un luogo ancora onesto, reale, delicato, puro e nascosto alla vista.

matrimonio

Ho scritto queste righe per motivi che vanno oltre la celebrazione di due persone che conosco e a cui voglio bene. Avrei potuto dire le stesse esatte parole riferendomi ad altri. Avrei voluto, vi dirò. E spero di poterlo fare, un giorno, spero si arrivi ad accettare che l’Amore è davvero abbastanza. Per ora, con una buona dose di ottimismo nel cuore, vi ho regalato la storia d’Amore che sta rendendo bellissimo e completo ed entusiasmante il mio 2016, e il 10 settembre su quell’Amore avrò l’onore di mettere la mia firma più bella.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ANNA BALDISSERA

ENTRA NELLA COMMUNITY