MARKETERs

MARKETERs Experience 2017: Technology, Cutting the Edge!

Venerdì, 17 Novembre 2017, Venezia, Campus San Giobbe.

I MARKETERs riuniscono i loro iscritti nell’aula Magna per l’Experience Day, raccontando alla sala gremita il passato, presente e futuro della Tecnologia.

MARKETERs Experience Technology, con il payoff Cutting the Edge, è il primo evento che i ragazzi del gruppo tengono durante l’anno accademico – giunto ora alla IV edizione – aiutati da speaker di altissimo livello, provenienti dalle società più quotate.

Il futuro è la sicurezza

Il primo ospite della giornata è Paolo Lanzoni, Product Marketing Manager di Mercedes-Benz che apre la kermesse con la storia della casa automobilistica, spiegando il perché del naming del brand: fu proprio la moglie del sig. Benz, Mercedes, a depositare il brevetto del prototipo della prima automobile a motore endotermico, portando l’azienda da primo produttore premium a primo venditore di auto al mondo.

I grandi cambiamenti che stanno attraversando il nostro periodo storico porteranno anche ad una rivoluzione nel brand stesso, che punta all’eliminazione dalla vendita di auto a combustione per favorire la sostenibilità, creando automobili elettriche. Imbastendo una strategia che hanno chiamato CASE, la promessa è rendere le auto Connesse, Autonome, Condivise (Shared) ed Elettriche che possano interagire con il guidatore, segnalando i ristoranti preferiti durante il tragitto, che parlino con le infrastrutture circostanti e che si connettano l’un l’altre.

Lo scopo è spogliarsi sempre di più della logica feet-off, già esistente ad oggi, per correre verso una fase hands-off, passaggio intermedio necessario per il goal principale, l’eyes-off, che permetterebbe al guidatore di essere più produttivo durante i viaggi, lasciandolo completamente libero dalla guida.

Non sarà forse pericolosa un’auto che non necessita dell’uomo, quando messa su strada? Lanzoni non è d’accordo ma, anzi, spiega che questo potrebbe aumentare considerevolmente la sicurezza dentro e fuori l’abitacolo, perché la tecnologia sarà in grado di prevenire gli incidenti.

 

Il futuro è la VR

È ora il turno del secondo ospite, Pier Mattia Avesani, General Manager e Co-Founder di Uqido, agenzia padovana che si occupa di tecnologie e applicazioni. “You Queue I DO”, nella sua forma siglata Uqido è il nome dell’app che ha creato Pier Mattia con un amico con lo scopo di gestire in tempo reale i flussi d’attesa in Pronto Soccorso. Il successo fu immediato: oggi 450.000 veneti usano questa tecnologia che è riuscita a risolvere un grosso problema.

Pier Mattia è anche un appassionato di immersive computing dal primo momento in cui ha indossato un visore. Il suo primo cliente è stato il WWF che ha commissionato a Uqido la realizzazione di un’esperienza immersiva durante il salone del mobile, per sensibilizzare il pubblico sull’importanza del lupo.

Attraverso la VR poi è possibile formare le persone senza metterle in pericolo, mostrare appartamenti prima che esistano fisicamente, consentire a chi ha disabilità motorie o gravi problemi di salute di esplorare musei o intere città senza muoversi fisicamente.

 

Il futuro è il sussurro

Dopo un gioco a premi in real time decisamente divertente, supportati dal sito KAHOOT, il palco è riservato a Sabina Belli, Responsabile Marketing Centrale di Microsoft Italia. Certa del grandissimo cambiamento culturale che stiamo vivendo, Sabina ci mostra come nel 1997 Coca Cola era la seconda azienda per capitalizzazione nel mercato mentre Microsoft, già esistente in quegli anni sia riuscita a scansare le capoliste, assestandosi sul podio 10 anni dopo.

Lo spirito di adattamento e lo smart working all’interno dell’azienda hanno consentito alla stessa di crescere ed innovare in continuazione, puntando sulle connessioni tra le persone, abolendo le scrivanie fisse e gli orari, incoronandola a faro ed esempio per ogni organizzazione nel mondo a puntare più in alto.

In un mondo stracolmo di messaggi pubblicitari urlati, la Microsoft decide di andare controtendenza, sussurrando all’orecchio del consumatore un concetto mirato.

Questo paradigma funziona perfettamente nel B2B: Microsoft non emette messaggi per la massa ma utilizza il “modern marketing”, contattando one-to-one i professionisti attraverso Linkedin, offrendo servizi gratuiti che nutrano l’interesse dell’utente, fino all’acquisto.

La politica del sussurro si espleta anche durante le campagne di unconventional marketing per Tomb Raider

e Destiny, campagna imbastita per contrastare l’acquisto di tutti i diritti ADV da parte di Sony per il videogioco omonimo.

Si conclude così una giornata intensa di formazione per tutti gli studenti e soci MARKETERs, in compagnia di un aperitivo nel Dipartimento di Management.

MORE FROM ALESSIA BALLESTRERI

ENTRA NELLA COMMUNITY

We use cookies to ensure that we give you the best experience. If you continue without changing your settings, we’ll assume that you are happy to receive cookies from our website. anytime by typing