Sono reduce da un party veneziano a base di MILF e mojito, e lasciatemelo dire, queste tardone non sono maturate di una virgola rispetto alle teen-ager che si fanno i selfie pensando di essere delle topmodel. Signore, signore vi prego, perdonatemi, ma il fatto di avere una mascherina e indossare un abito da 1.500 euro non vi rende automaticamente dei trofei da minchia.

Catherine Zeta Jones, Jennifer Aniston, Salma Hayek, la signora bionda con le tette rifatte che viene in palestra con me e fa qualsiasi esercizio piegata a 90°, queste sono Mothers I’d like to Fuck. 

 

Tutta questa spudoratezza mi ha fatto pensare a come in realtà, noi ragazzotti vaginofili, molto spesso non siamo in grado di cogliere quei segnali di interesse che ci inviano più o meno velatamente le nostre coetanee.

 

Purtroppo avendo sempre quella cosa umida che ci sbatte in testa passiamo dal fraintendere un “heyyyy” su Whatsapp dove ogni “Y” dopo la terza lettera per noi significa “voglio il tuo uccello” al non accorgersi dei piccoli gesti che dovrebbero farci, e farcelo, scattare sull’attenti.

 

Ecco quindi una brevissima lista semiseria che potrebbe facilitarvi l’ espugnazione dello slippino della compagna di corsi su cui non pensavate di aver fatto colpo.

 

TESTA PESANTE

Siete appena usciti dal cinema, oppure siete alla fermata del bus o in attesa del treno… ad un certo punto con una scusa qualsiasi lei appoggia la sua testa al vostro petto o la reclina sulla vostra spalla per poi scostarsi subito dopo… è un attimo, una frazione di secondo, è il tempo che impieghereste a venire con una come Christy Mack. Appoggiare il capo sulla spalla di qualcuno è un’invasione in piena regola di uno spazio personale, significa proprio “voglio il tuo uccello” molto più di un HEYYYY su whatsapp! Quindi la prossima volta che si avvicina ed inclina la testa… fate in modo che non sia la spalla il punto d’appoggio!

 

TUCA TUCA TUUUCAAA

Ogni scusa è buona per un contatto fisico, la mano che sfiora il braccio, un ginocchio vicino alla coscia, una strusciatina con i fianchi, dopo 10 minuti che siete assieme lei vi ha riempito delle sue impronte digitali più di un reperto della scientifica. Se non avete ancora capito che non è solo il vostro braccio che vorrebbe stringere tra le mani ve lo dico io…. forse è il momento di sguainare Exalibur dal fodero e apprezzare fino in fondo uno dei mille impieghi del pollice opponibile che l’evoluzione ha insegnato alla vostra amica.

 

C’È DEL TENERO TRA DI NOI…

…e mi riferisco alle sue tette premute sulla tua schiena, che avvolgono il tuo braccio, o contro il tuo petto.

Se una ragazza usa le 2 più efficienti armi di distrazione di massa per imprimere i capezzoli sulla tua pelle come un cuscino stropicciato che ti solca il viso durante la notte mi domando come mai sei ancora qui a perdere tempo a leggere questo articolo e non ti stai dedicando alla sintonizzazione radio capezzolare della tua amica mediante l’uso del pollice/indice. Un’amica particolarmente dotata mi ha confessato che la seduzione tramite tetta è al 100% efficace. Mentre me lo diceva, guardandola in qui bellissimi occhi coppa D, le ho creduto sulla parola.

 

MANO NELLA MANO

Una cosa è sfiorare un braccio, tutt’altra la sua mano che intercetta la tua. Le vostre mani che entrano in contatto potrebbero essere un puro caso, ma se durante una conversazione lei continua a rimarcare i punti salienti cercando le tue dita e soffermandosi nel tenerti la mano… beh… è ora che tu e le tue dita vi diate una bella inumidita.

 

 

A domenica prossima

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM ANDREA ARGENTON

ENTRA NELLA COMMUNITY