Questo è un dilemma che, personalmente, mi tormenta fin da quando, qualche tempo fa, gli e-reader digitali hanno iniziato a spopolare. Per chi non lo sapesse, si tratta di dispositivi che permettono una lettura in formato digitale, cercando di non far perdere il piacere della lettura. Questo tentativo viene fatto tramite uno schermo molto simile alla carta stampata, alla possibilità di fare un “risvolto” alla pagina, per non perdere il segno quando smettiamo di leggere, e alla possibilità di evidenziare un passaggio che ci ha particolarmente colpito. Kobo, Kindle, Sony, ormai sono moltissimi i tipi di dispositivi che ci permettono di leggere, senza avere materialmente in mano un libro. Ma quale dei due supporti è migliore? Oggi cercherò di mostrarvi quali sono i vantaggi e gli svantaggi in cui possiamo imbatterci in entrambi i casi. Ma procediamo con ordine.

book1

Innanzitutto, gli e-reader digitali risultano MOLTO utili per il fatto che sono piccoli, leggeri, e facilmente trasportabili. Se, per esempio, vi trovate a leggere la mattina sul treno, andando a scuola o al lavoro, con una borsa stra colma e pesante, questo è il supporto che fa per voi. Mentre il libro è, nella maggior parte dei casi, ingombrante, l’e-reader occupa pochissimo spazio.

book 2

In secondo luogo, analizziamo un caso pratico e che, penso sia capitato un po’a tutti: è sera, siete stanchi morti, e volete leggere il capitolo finale del romanzo che vi sta conquistando. Accanto al letto, però (come nel mio caso) non c’è un’abat-jour, che vi permette di leggere il vostro libro senza muovere un dito. Dovete quindi alzarvi, accendere la luce, per poi, una volta finito il libro, rialzarvi, per spegnerla. Con gli e-reader (non tutti, ma la maggior parte), questo problema scompare: sono dotati di una lucina che vi permette di leggere tranquillamente senza dovervi in continuazione alzare.

Altro vantaggio che gli e-reader hanno nei confronti dei supporti cartacei è, senza dubbio dato dall’aspetto economico: un ebook costa generalmente molto meno rispetto ad un libro di carta, ed è acquistabile sempre, comunque, e dovunque. Basta avere una connessione ad internet, e il gioco è fatto.

Stacks of books

Personalmente, ho riscontrato una sola pecca nel formato elettronico ma che, per quello che mi riguarda, è di fondamentale importanza: il profumo che ha un libro appena comprato. È un tratto fondamentale secondo me; leggere, sentendo il profumo delle pagine, mi coinvolge sempre di più nel testo che sto leggendo.

In linea generale, trovo l’ereader digitale molto comodo, pratico ed economico. Nonostante ciò, resto dell’idea che il caro e vecchio libro profumato, sia assolutamente unico, ed inimitabile!

 

Serena

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM SERENA MUG

ENTRA NELLA COMMUNITY