LoverCoasters, una vita a testa in giù

Let me take a #Selfie (ma senza Selfie Stick!)

0
Like

Alzi la mano chi non si è fatto contagiare dalla moda dei Selfie. L’autoscatto sta diventando un must della nostra vita: che sia in vacanza, in casa o mentre si è a far la spesa, ormai è un rito irrinunciabile per la stragrande maggioranza delle persone.
Negli ultimi periodi si sta assistendo anche all’ascesa dei Selfie Stick, o più comunemente chiamati i “bastoni da selfie”: si tratta di bacchette estensibili (anche fino a 1mt) che coadiuvano chi sta scattando, ampliando l’angolatura della ripresa e includendo nello scatto un panorama maggiore.
L’utilizzo di questo gadget divide l’opinione popolare: chi non ne può fare a meno e chi invece proprio non lo sopporta, magari perché è stato vittima di una “bastonata” involontaria da parte di qualcuno che, nella foga di scattare il Selfie perfetto, non si è curato di chi gli stesse intorno, causando un bernoccolo al malcapitato di turno. Come ogni oggetto, sicuramente, andrebbe usato “con criterio”, ma , la concitazione del momento, complice anche il fatto che per una buona fotografia occorre guardare l’obiettivo, porta le persone a non prestare molta attenzione a ciò che li circonda, causando disagi più o meno sopportabili.
Negli ultimi tempi sono diverse le strutture che hanno vietato l’utilizzo del Selfie stick al loro interno: a partire dagli Uffizi di Firenze, proseguendo con i Musei Vaticani, il Colosseo e il Mambo a Bologna per quanto riguarda il Belpaese, proseguendo con la britannica National Gallery, il Palazzo di Versaillers in Francia e il Museo Thyssen Bornemisza della capitale Spagnola, oltre a diversi musei in Olanda, tanto per citare alcuni siti dove non è consentito utilizzare il selfie stick in terra Europea.
Anche oltreoceano è stato applicato lo stesso divieto: niente autoscatti con bastone a Boston  e Huston (Museum of Fine Arts ), Chicago (Museum of Contemporary Art) e New York (Beacon, Cooper Hewitt Smithsonian Design Museum e Moma).
Laddove previsto si potrà ovviamente continuare a scattare fotografie e Selfie, ma privati dell’ausilio della famosa asta che, in determinate condizioni, risulta essere davvero pericolosa. Prendiamo il caso dei coaster: sono studiati per frapporre una distanza minima tra il corpo del passeggero e i vari ostacoli o evoluzioni presenti sul percorso. Se facciamo caso, a volte è interdetto l’ingresso a coloro che superano determinate altezze, per questioni di sicurezza. Figuriamoci cosa potrebbe accadere nel caso in cui si utilizzi un prolungamento delle braccia: l’asta da Selfie andrebbe a impattare contro la struttura della montagna russa creando conseguenze spiacevoli. Basterebbe un po’ di buonsenso per evitare questo tipo di avvenimenti. Sembrerebbe di no. Su Big Thunder Mountain, celeberrimo rollercoaster dei parchi Disney un incidente causato dall’utilizzo del Selfie stick ha richiesto lo stop dell’attrazione stessa per più di un’ora. Fortunatamente nessuno si è ferito. Da qui l’immediata decisione di apporre cartelli che vietano l’utilizzo dei bastoni da autoscatto sui coaster dei parchi Disney.

(Photo : Twitter @InsideTheMagic )

(Photo : Twitter @InsideTheMagic )

1cce8d321e_Even-Disney-characters-take-selfiesIn poco tempo, la società ha poi stabilito di vietare l’utilizzo dei Selfie stick in tutto il parco, in tutti i parchi. La decisione, comunicata dal sito della BBC, parla di preservare la sicurezza di visitatori e membri del cast.
E così, uno dopo l’altro a partire dalla fine di giugno, i parchi di Topolino, hanno vietato l’introduzione dei bastoni da selfie: il personale vi inviterà a lasciarlo negli armadietti all’entrata per poi recuperarlo alla vostra uscita. Nel mondo dell’entertainment parchistico quella della Disney è stata l’unica posizione presa in merito a questo argomento. Dove non arriva il buonsenso devono sopperire le regole. Staremo a vedere se nei prossimi mesi altri parchi decideranno di attuare questa misura per la sicurezza dei propri ospiti. Per ora non vi resta che affidarvi alle vostre forze (in questo caso, “braccia”), al classico passante (se volete avere la foto di famiglia), oppure, se viaggiate soli, non negatevi la possibilità di fare qualche incontro interessante, approcciando un affascinante giovanotto o una bellissima signorina che, come voi, sta esplorando il parco in solitaria.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY