Dall'altra parte del vetro

Le 10 canzoni che nessuna ragazza dovrebbe più cantare!

0
Like

Ormai già da un paio di settimane siamo in pieno mood talent e da un po’ di tempo a questa parte le varie produzioni televisive decidono di prepararci allo show mostrandoci anche i casting, una cosa molto da format americano o anglosassone ma che funziona bene anche qui.
Con l’avvento di tutto ciò arriva per gli aspiranti concorrenti il momento clou della scelta della canzone, che per quelli di sesso femminile si trasforma nel “Ultrasuoni Time”, perché si pensa sempre che l’estensione vocale sia l’aspetto più importante di una cantante, ovviamente se sentiamo una voce che spacca i vetri fa sempre una certa impressione, ma non è detto che a tutti questa cosa possa piacere. Allora che cosa succede, si cade nei soliti cliché, si cantano le solite canzoni, si considerano le solite artiste, la scelta la maggior parte delle volte risulta abbastanza masochista portando addirittura dei scarsi risultati e le vedi lì, sul palco, tutte tristi, che ti viene da pensare che vorresti essere la loro migliore amica più di consigliargli di cantare qualcosa di diverso.
Per questo oggi voglio essere la migliore amica di tutte e dedicargli il decalogo de “Le dieci canzoni che nessuna ragazza dovrebbe più cantare!“.

1. Think di Aretha Franklin. A parte che questa canzone fa molto Non è la Rai e quando senti qualcuna cantarla ti sembra di stare a bordo piscina a ballare “Please don’t go” con Pamela Petrarolo, comunque è una canzone potentissima che a volte fa sembrare la voce come se stessero strozzando una gallina. Poi ragazze, l’inglese, ricordatevi che ci sono quelle due, tre, mila, milioni di persone che lo conoscono e “uanciuari” non significa assolutamente niente.

2. Listen di Beyoncé. Questo è il cavallo di battaglia di molte ragazze e stranamente qualche volta di qualche ragazzo (vedi Valerio Scanu che ad Amici ha fatto di Listen il suo vanto, ma de chè). Canzone pressoché difficile, però pensando a Beyoncé è facile fare le fighe con questo pezzo, cantate Love on top e poi ne riparliamo.

3. I’m outta love di Anastacia. Di sentire questo pezzo non se ne può più, ce lo portiamo dietro da quasi quindici anni, è il cliché per eccellenza. Poi tutte quelle che cercano di imitare Anastacia con la voce un po’ graffiata, ma anche no.

4. Tutte quelle di Adele. Non è che Adele si è messa a cantare in italiano e Tutte è il suo nuovo pezzo, è che di Adele non se ne può più. Someone like you, Skyfall, sono solo due dei pezzi che ci hanno sfracellato le palle e se uno non ce le ha le crescono apposta solo per essere sfracellate. È che di Adele ce n’è solo una e ci basta e ci avanza, quindi smettiamola di darle la SIAE tanto non ne ha bisogno.

5. Di sole e d’azzurro di Giorgia. A dire la verità non c’è solo questa, ce ne sarebbero anche altre, però Giorgia ha la stesso tipo di considerazione di Adele, è una delle pochi cantanti in Italia con un’estensione pazzesca, quindi si tende sempre un po’ a prenderla come punto di riferimento. Solo che anche lei fa parte della categoria “Masochismo” quindi la maggior parte delle volte si rischia la brutta figura. Occhio.

6. Lady Marmalade delle Labelle. Canzone di 40 anni fa, riportata alla ribalta 10 anni fa dall’Aguilera e company. Mai l’avessero fatto. Chiediamo venia al popolo del Moulin Rouge.

7. Adagio di Lara Fabian. Questa canzone fa tanto Amici di Maria De Filippi, perché praticamente è partita da li, solo che poi si è estesa negli altri talent, come la peste, quindi da evitare assolutamente.

8. Fallin di Alicia Keys. Io adoro questa canzone, ma fa a capo della gang bang che vuole dimostrare di avere un’anima RnB o semplicemente di quelle che vorrebbero averla e per quanto possa essere bella è sicuramente un’arma a doppio taglio. Da usare con moderazione.

9. Total eclipse of the heart di Bonnie Tyler. Anche se questa canzone fa tanto passo a due di Steve LaChance, ultimamente è tornata alla ribalta anche per quanto riguarda il canto. Pezzo che nasce come un duetto, ma che spesso e volentieri viene cantato solo dalla parte femminile. Bisognerebbe mettere un cartello, come quelli che vedi nei centri commerciali quando il pavimento è bagnato “Attenzione agli scivoloni!”

10. I have nothing di Whitney Houston. La nostra compianta Whitney che da quando è morta, come da tradizione, si è vista triplicare il numero delle esibizioni in suo onore. Anche lei è una bella gatta da pelare e ad un certo punto di questo pezzo si rischia veramente che ti sentano solo i cani. Nel caso, tenete i vostri piccolini al sicuro.

Queste sono solo le prime dieci canzoni che mi sono venute in mente, ma ne nasceranno sicuramente delle altre. Ad esempio, ascoltando quello che passa in radio ultimamente, secondo me “Chandelier” di Sia o “Problem” di Ariana Grande potrebbero essere le prossime candidate.
E voi avete qualche canzone da suggerire? Scrivetela qui sotto nei commenti.
Alla prossima!

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM LUCIA MELAS

ENTRA NELLA COMMUNITY