Cambia il tuo Fitness

L’atmosfera natalizia contagia tutti di iperfagia

0
Like

Tranquilli non è una brutta malattia ma solo l’aumento smisurato della sensazione di fame e di appetito che ci porta inevitabilmente a litigare con la nostra bilancia elettronica.

Ancora pochi giorni e trascorreremo diverse ore del nostro tempo seduti a mangiare in compagnia di amici e parenti. Come dire di no alle prelibatezze della mamma, ai cannoli siciliani portati dallo zio, agli struffoli della nonna, al panettone e al pandoro di pasticceria? Per non parlare degli ottimi vini regalati dagli amici?

Sul web pullulano articoli di esperti nutrizionisti e chef di grido che danno suggerimenti per non incappare in un’abbuffata natalizia killer. Ahimè, si tratta di suggerimenti davvero tanto tristi!

Secondo una ricerca della Polli Cooking Lab, l’Osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana, condotta tra nutrizionisti, chef stellati e food blogger attraverso un monitoraggio online, le ricette light saranno il leitmotiv delle prossime vacanze natalizie, con una prevalenza di verdure (70%), carni bianche (62%) e pesce (55%), che sostituiranno ingredienti ormai “out” come il mascarpone e la frutta secca (55%).
Non ci credo! Scusate ma non posso immaginare il tiramisù della zia senza mascarpone e una partita a tombola senza sgranocchiare noci, nocciole e pistacchi!

Una food blogger addirittura parla di “insalata vestita a festa” come protagonista di un Natale light. Che tristezza.
E i grandi classici del Natale all’italiana? Non scompaiono, secondo un’affermata chef milanese, ma cambiano look.

I tortellini in brodo verranno preparati con farine integrali e albume mentre il tuorlo più pesante verrà accantonato; l’anatra all’arancia sarà cotta senza rosolatura, direttamente nel forno, metodo che la renderà più leggera. Infine l’immancabile crema di mascarpone verrà preparata utilizzando una parte di yogurt o ricotta, ingredienti con una percentuale di grassi inferiore rispetto agli originali

Da appassionato di fitness mi voglio fidare molto di più di esperti personal trainer, anche loro chiamati in causa su diversi siti di informazione per dare suggerimenti in vista dello shock alimentare natalizio. Argomenti e suggerimenti molto più interessanti e sicuramente meno drastici per coloro che amano il cibo ma sono interessati anche a fare sport. Il segnale è forte e chiaro: non rinunciare alle specialità culinarie natalizie ma mangiare in modo misurato e regolare e soprattutto non abbandonare l’attività fisica.

Ma dove fare attività fisica? Se il tempo lo permette potrebbe andar bene anche una corsetta al parco altrimenti tantissime palestre restano aperte durante le festività natalizie. Tra un pranzo in famiglia e la partita a carte dagli amici fermatevi almeno un’ora in palestra.

E giacché ci siamo lancio un’idea per coloro che non hanno ancora ultimato lo shopping natalizio. Sorprendete le persone che volete bene con un regalo originale e ricco di benessere: l’abbonamento in palestra. E’ un bel gesto regalare “benessere” a chi si vuol bene. Tante palestre offrono pacchetti e abbonamenti con prezzi che vanno da 19 € al mese!

Buon Natale e buona mangiata! ;)

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM CARMINE PREZIOSI

ENTRA NELLA COMMUNITY