Grace under pressure

La dedica mia: il cantautorato di Matteo Margon

0
Like

Il primo singolo di un giovane cantautore di Trento.

Ultimamente non sono molto presente con i miei articoli, ma ogni settimana mi ritrovo con una marea di cose da fare e purtroppo sono costretta ad accantonare la scrittura. Oggi, però, ritaglio un piccolo spazietto di tempo prima di andare a dormire per scrivere questo articolo dedicato a una delle tante attività che svolgo, pur non essendo esattamente in linea con i miei soliti articoli. Ma la cosa più importante è scrivere, no?

DSC_8469

Vorrei presentare a tutti i lettori di Gushmag un giovanissimo cantautore di Trento, Matteo Margon, che da un paio di mesi sto aiutando. Fin da piccolo appassionato di musica, all’età di 14 anni ha iniziato a studiarla seriamente. Suona la chitarra, canta, scrive sia i testi che la musica dei suoi pezzi. Dopo aver avuto varie esperienze con dei gruppi, provando più generi musicali, è arrivato a capire che la sua vera strada è quella del cantautorato, la forma di espressione più alta per lui, che grazie ai testi che scrive riesce a esprimere quello che non riesce a tirare fuori nella vita.

DSC_8470

Le canzoni di Matteo si fanno sempre più mature e originali, ha iniziato con un genere più commerciale per avvicinarsi sempre di più a un cantautorato impegnato che affronta temi importanti.

Copertina dedica mia ridotta

È uscito da poco il video (girato da me) del suo primo singolo, “La dedica mia”. Il suo progetto futuro sarebbe quello di incidere e pubblicare un vero e proprio album dal titolo “Via della libertà”, anche nome di una canzone che si troverà al suo interno e che racconta di una sorta di evasione dalla vita normale in un mondo immaginario per trovare la libertà all’interno di noi stessi. Le sue canzoni, infatti, hanno come temi fondamentali la libertà, l’amore e la povertà delle persone. Per raccogliere i fondi necessari per realizzare questo disco si è iscritto a Musicraiser, un sito di crowndfunding dedicato interamente a progetti musicali. Entrambi crediamo molto in questo progetto e speriamo davvero di poterlo realizzare.

DSC_8540

Spero possiate sentire presto altri suoi pezzi!

La sua pagina Facebook.

Il suo canale YouTube.

Ph. Monica Conserotti.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM ILARIA BERTO

ENTRA NELLA COMMUNITY