L'angolo di Key

Lady Instagram: Intervista a Ilaria Barbotti (Instagramers Italia)

0
Like

E’ sempre in giro per l’Italia (anche per il Giro d’Italia, quello vero!!) e non solo. Beccarla non è stato facile ma ci sono riuscita per il il mio www.langolodikey.it. Non potevo non condividere questo incontro con voi di Gushmag.

La ragazza che vi presento è italianissima. Anzi, è addirittura marchigiana, mia corregionale. Nel suo lavoro è  semplicemente brava. Non c’è niente da aggiungere. Ha avuto un’idea, ha cercato di concretizzarla e ce l’ha fatta.

foto-profilo-x-libro

Ilaria Barbotti

Nome: Ilaria
Cognome: Barbotti
Meglio nota come: Ilarysgrill
Età: 31
Segni particolari: Marchigiana strong

Nella via sei Social PR | Social Strategist | Instagramer |. Hai creato la community Instagramers Italia. Come nasce l’idea di puntare tutto su Instagram?
Nel 2011 Instagram in Italia era poco conosciuto e utilizzato da poche centinaia di utenti. Io me ne sono innamorata subito e poco dopo aver aperto il mio account personale ho capito che non c’era una community italiana. Così l’ho fondata.

Perché proprio Instagram?
Instagram perché amo da sempre la fotografia e i social media mi accompagnano, nel mio percorso professionale, da quando esistono.

Sembra che Instagram sia una strumento ideale per un marketing perfetto. In Italia, probabilmente, la tua idea ha amplificato l’uso di questo social. Cos’ha Instagram in più, che altri social network non hanno?
La potenza dell’immagine. Puntiamo tutto su questa e la forza della rete che è nata in questo social. Gli Instagramers sono una forza e una rete reale. Chi non lo ha ancora capito  – e sono molti –  sbaglia e continuerà a sbagliare strategia su questo canale.

Quando una foto ha successo su Instagram?
Per me non bastano i likes. A me capita spesso di riceverne tanti su foto che non sono “ispirazionali” o che non mi emozionano. Vale anche quando vedo foto di altri. Mi interessa di più che i commenti siano veri e sinceri e che chi decide di seguirmi lo fa perché gli piacciono le mie foto e non per veder ricambiato il like.
La passione sempre, davanti a tutto secondo me.

Ilaria foto nokia

E’ davvero per tutti o ci sono brand più portati ad un feedback “instagramatico” positivo rispetto ad altri?Sicuramente brand legati alla moda, al turismo o al food sono più facilmente abbinabili ad un canale visivo come Instagram. Tutto quello che comporta viaggio, colore, fotografia, design, interazione riesce a sfruttare tutte le potenzialità di questo strumento di comunicazione. Sicuramente la strategia e la professionalità nell’usarlo fa la differenza.

Con la Community promuovete i territori, soprattutto le Marche, coinvolgendo direttamente i cittadini. Tante le iniziative fatte e altrettante in programma.
Le Marche sono la mia terra. Anche se lavoro in tutta Italia e all’estero – #girodilaria ne è degna testimonianza ndr– promuovere la mia regione è una cosa che mi viene davvero spontanea. Qui organizziamo svariate attività online e soprattutto offline con un coinvolgimento dal basso e di tutti. Diverse, per fortuna, anche le collaborazioni che nascono con le Piccole e Media Imprese del territorio.

Che interessi hai nella tua vita offline?
Nei pochissimi istanti della mia vita in cui sono offline, cerco di dedicare del tempo per me stessa.  Relax con  letture rigorosamente cartacee!  Molte delle mie passioni come il viaggio, l’arte contemporanea, la fotografia sono presenti nella mia vita quotidiana, sono parte della mia attività lavorativa…. Quindi l’offline è prevalentemente relax in casa e con la famiglia

ilaria-barbotti-795x413-2

Libro “Instagram Marketing” (Hoepli)

Sei in tour per la promozione del libro “INSTAGRAM MARKETING” (Hoepli), un vero e proprio manuale per approcciarsi a questo giovane ma efficace social network. Soddisfatta?
Sono molto soddisfatta. In due mesi dall’uscita del libro abbiamo superato le 650 copie vendute, un bel successo per l’editoria di settore attuale ma soprattutto per una non-scrittrice come me. Punto alle 1000 copie entro l’estate.

Ringrazio tutti coloro che in questi mesi mi hanno sostenuto nella promozione del libro, in particolare le community instagramers locali come Latina, Napoli, Salerno, Milano, Vicenza, Bologna, Verona e Lecce, insieme a tutte le altre che verranno a breve.

Il mondo della comunicazione e quello del web sono in continuo mutamento. Dove andremo a finire, secondo te?
Il trend è quello del cambiamento costante e veloce, ma focalizzato  adesso e per i prossimi anni sulle immagini e poi sui video.
Instagram è oggi proprietà Facebook. Un big che acquisisce una start-up che inizia ora a monetizzare è un gran segnale di cambiamento.

Dove andremo a finire non lo so ancora bene, ma credo che il mondo social muterà forma e sostanza, nasceranno nuovi canali comunicativi e quelli oggi esistenti cambieranno o addirittura scompariranno. A noi esperti del settore non resta che seguire il flusso e intercettare, prima degli altri, trend e novità interessanti come anni fa è stato per Instagram.

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM CATIUSCIA KEY

ENTRA NELLA COMMUNITY