BI-Hub

INTERNAZIONALIZZAZIONE – prospettive ed occasioni per le PMI italiane

0
Like

Un breve riepilogo..

Ed ora proseguiamo..

Il tessuto imprenditoriale italiano, ricco di piccole e medie realtà, si sta muovendo gradualmente verso una fiduciosa apertura ai mercati esteri.

Internazionalizzazione è una parola che racchiude in sé diversi significati e che riunisce i molti orizzonti cui deve prestare attenzione l’imprenditore che voglia emergere nel mercato globale.

Per accostarsi in maniera positiva a quest’ultimo, infatti, occorre prima di tutto possedere una visione strategica di insieme, una riflessione che parte da una analisi delle caratteristiche della propria impresa e degli obbiettivi realistici che si intendono conseguire nel breve e medio termine.

Il modo più immediato per fare breccia nei mercati esteri passa attraverso il potenziamento dei canali di import ed export, attraverso i quali è possibile allargare progressivamente la propria capacità di vendita e produttiva, stabilendo relazioni progressive con le zone geografiche all’interno delle quali è presente una richiesta specifica di beni e servizi.

L’impresa internazionalizzata mira, quindi, a consolidare rapporti commerciali intensificati con l’estero.

Questo tipo di rapporti variano e possono includere, oltre ad esportazioni ed importazioni (di materie prime, semilavorati, prodotti finiti o servizi), la presenza nel capitale aziendale di quote partecipative di gruppi o venture capital esteri.

[ http://www.bi-hub.com/ ]

In certi casi sarà possibile scegliere di operare sul suolo dei mercati di sbocco con uffici di rappresentanza, commerciali e di assistenza tecnica e talvolta anche filiali produttive e/o centri di ricerca e sviluppo, in forma partecipativa o a controllo totale.

Questo perché riuscire ad insediarsi e ad operare direttamente all’interno dei nuovi mercati sembra poter accrescere il numero di possibili interazioni tra le imprese produttrici ed esportatrici e gli intermediari coinvolti nella filiera produttiva, fino ad arrivare ai consumatori finali in loco.

Esportazioni, accordi commerciali, costituzione di filiali e di joint-venture, soprattutto per i mercati più ostici da penetrare, rappresentano alcune tra le più diffuse modalità di incremento del proprio raggio di azione verso il mercato internazionale.

Appoggiati dalla giusta strategia, da una conoscenza approfondita dei segmenti di mercato sensibili e dell’implementazione delle ultime tecnologie e canali comunicativi, le piccole e medie imprese italiane si stanno proiettando con coraggio verso il mercato globale, puntando sulle caratteristiche della qualità, della conoscenza e della grande passione per il lavoro, che da sempre le hanno contraddistinte.

Il giorno 29 ottobre 2015, alla BI-HUB di Padova, nella splendida location di Villa Ottoboni, terranno banco il dibattito ed il confronto tra i partecipanti proprio su tematiche attuali come l’internazionalizzazione e l’innovazione d’impresa.

Per aprire la mente a nuove opportunità, stringere nuove conoscenze, e potenziare la propria influenza nel mercato globale, con un occhio di riguardo per i settori dell’architettura, della riqualificazione e del design.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MASSIMILIANO SANTOLIN

ENTRA NELLA COMMUNITY