Vedo, ascolto, scrivo!

Il treno, le opportunità, la vita: storia di chi ha deciso di lasciare la strada vecchia…

0
Like

…per prendere quella nuova. Perché si sa che la vita ti dà delle opportunità, sei tu a scegliere se acchiapparle al volo o perderle per sempre!

Stava tutto lì, in un treno che per me è passato un pochino in anticipo e potrei quasi dire a sorpresa, trovandomi impreparata a scegliere se salire o aspettare con pazienza il prossimo. Io, ragazza indecisa per natura ma con poche idee chiare e limpide della vita, mi sono ritrovata di fronte ad un bivio, e che bivio!
Ho pensato e ripensato, valutato pro e contro, mi sono immedesimata in una me futura in questa e nell’altra condizione, mi sono confidata con famiglia, fidanzato e amiche e alla fine ho deciso: io su questo treno ci voglio salire.

IMG_0851

Ed è esattamente così che, all’inizio dell’anno che l’oroscopo prevedeva già da tempo essere l’anno della Bilancia, ho deciso di lasciare la strada vecchia consapevole del fatto che, quando lasci la strada vecchia, sai quel che lasci ma non sai quel che trovi. E a volte questo è un bene per tante, tantissime cose.

Dopo anni di sveglia all’alba e a letto con le galline, ricomincio a vivere. Perchè quando lavori a 40km da casa le cose diventano impegnative, specialmente se sei una donna, ma quando poi il tuo treno ti porta a fermarti a pochi km da casa, capisci presto che sta per iniziare una nuova vita.

Ho passato 3 anni di momenti pazzeschi oscillanti tra l’euforia e lo sclero, ho incontrato gente completamente esaurita e conosciuto persone con un background da fare invidia a chiunque. Mi sono spaccata in due più volte, ho regalato ore extra e tolto del tempo alla mia vita personale, alle mie passioni, al mio benessere. La maggior parte delle volte l’ho fatto volentieri, altre ho pensato che non ce la potevo più fare, altre mi guardavo intorno e pensavo “Beh, sono fortunata”.

Sono riuscita a fare cose che mai avrei creduto di riuscire a fare da sola, sono riuscita a risolvere problemi apparentemente irrisolvibili, ho imparato a capire le persone con poche parole, ho sbagliato molte volte e imparato dai miei errori, non senza i consigli dei miei colleghi. Non solo, ma in questi anni ho anche imparato a dosare le parole scritte e dette, a dosare la rabbia e a gestire l’ansia e le crisi di panico. E ho imparato ad ascoltare gli altri.

Colleagues

L’esperienza insegna, e io devo dire che di cose finora ne ho imparate! Potrei azzardare a dire che spesso il lavoro ti aiuta più a livello personale che professionale, una vera palestra di vita. E a volte ti distrugge esattamente come sa fare la vita, senza però levarti ciò che di bello ti appartiene.

Sto per scendere alla nuova fermata sulla nuova strada che finora ho visto solo di sfuggita, non so che sorprese mi riserverà. La cosa certa è che è una strada con molte laterali e molte case, credo sarà piacevole percorrerla e conoscere ogni singola tappa, ogni singola persona.
Non so dove mi porterà questa strada, se durerà all’infinito o se ad un certo punto finirà. Me la godrò come ho sempre fatto, consapevole ancora una volta e forse più di prima che il tempo vola, e la vita è una sola.

Viviamocela col sorriso.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM VALENTINA ARTICO

ENTRA NELLA COMMUNITY