Otro más

Il sogno della “Belle Époque”

0
Like

Natale è alle porte e anche se quest’anno più che mai l’atmosfera è “nebbiosa” a causa della situazione generale dell’Italia non vogliamo smettere di sognare.

L’arte italiana ci circonda, e se uniamo all’arte la storia, si ottiene cultura che ci permette di descrivere atmosfere in grado di portarci indietro nel tempo… Ahh… Sognare!

Non si tratta solamente di una sensazione che ci proietta verso quello che ognuno di noi vorrebbe per se, ma è anche la dimensione in cui vorremmo vivere (ammettetelo avanti), per distrarci dai nostri problemi quotidiani, anche fosse solamente per il tempo di un drink in compagnia o in solitudine col proprio “io” interiore a causa del ritmo frenetico, cui le nostre vite sono sottoposte per sbarcare il lunario.

Quindi prendersi un momento di riposo e ristoro dal mondo non può farci che bene.

Noi lo sosteniamo da sempre e oggi, vi parleremo di un posto davvero affascinante che a parer nostro risponde a chi nutre l’esigenza di isolarsi dal mondo moderno.

Un luogo che sembra essere fatto apposta per chi desidera rifugiarsi in quello che è un frammento del tempo rimasto a cavallo dei secoli.

Un locale che rievoca le atmosfere della “Belle Époque” grazie alle luci soffuse, mai fumose, e ai colori tenui abbinati con stile e grazia.

La carta dei vini la rende una delle enoteche più autorevoli di Asolo e il suo nome è “Enoteca alle Ore”. Non lasciatevi distrarre dalla sua entrata fatta di vetri sottili e legno antico ridipinto più volte, perché appena pochi passi più in la si apriranno due stanze interne adornate da lampadari a goccia, cuscini color rubino e le stampe in stile anni ‘20 alle pareti.

Un posto che farà innamorare di se tutti i nostalgici del romanticismo e della decadenza, per gli ottimi vini e salumi che potrete gustare e per il sogno che vi farà rivivere…

Se volete saperne di più potete leggere il nostro blog su Jolienight

 

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM MARION E FABIO

ENTRA NELLA COMMUNITY