Scienza & Gnorri

I paradossi dei viaggi nel tempo

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti ad una nuova puntata di scienza e gnorri. Sulla scia della scorsa puntata dedicata al Back To The Future Day, oggi parleremo dei paradossi sollevati dal film, cioè i paradossi dei viaggi nel tempo. Buon paradosso e buona lettura a tutti.

Il paradosso di Bootstrap in Ritorno al Futuro

Il paradosso di Bootstrap in Ritorno al Futuro

Il paradosso del bootstrap, presentato per la prima volta nel 1941 nel racconto By His Bootstraps (Un Gran Bel Futuro), a cura dello scrittore di fantascienza Robert Heinlein. Il racconto parla di un oggetto, un taccuino, trovato dal protagonista nel futuro remoto. Il protagonista prende il taccuino, viaggia fino ad un punto precedente nel futuro e usa le informazioni contenute nel libretto per diventare un dittatore benevolo. Ovviamente il taccuino ad un certo punto si logora e comincia a perdere pezzi, così il protagonista copia le informazioni su un nuovo taccuino E abbandona l’originale. Alla fine del racconto si capisce che non sono mai esistiti due taccuini ma che in realtà quello che lui aveva preso inizialmente era lo stesso che lui aveva copiato successivamente. Il film questo paradosso si incontra quando Marty nel passato suona Johnny B. Goode, poi sentita al telefono da Chuck Berry, grazie al cugino Marvin presente all’esibizione. Quindi: se Chuck Berry ho sentito la canzone da Marty, che però in realtà ripropone la canzone di Chuck Berry, chi ha il realtà scritto la canzone?

Il paradosso del nonno nel film Ritorno al Futuro

Il paradosso del nonno nel film Ritorno al Futuro

Il secondo paradosso che vedremo è il paradosso del nonno: cioè ad esempio un viaggiatore torna indietro nel tempo e uccide per sbaglio ho volutamente suo nonno prima che concepisca suo padre. In questo modo il viaggiatore non è mai nato, quindi non è mai tornato indietro nel tempo e suo nonno non è veramente morto, quindi lui in realtà è nato, è così via. Nel film succede quando Marty impedisce ai suoi genitori di incontrarsi e di innamorarsi, facendosi che lui non nascerà mai. Il paradosso viene superato quando Marty cambia il passato in modo positivo facendo incontrare i genitori e innamorandosi in tempi differenti. Questo punto però il suo futuro è cambiato perché anche l’atteggiamento dei genitori è cambiato. Però a questo punto qual è il futuro originale?

Il paradosso nel nonno nel cartone Futurama

Il paradosso nel nonno nel cartone Futurama

Un altro esempio più ironico è la puntata del cartone Futurama, “Il nonno di se stesso”, in cui il protagonista Fry viaggia in dietro nel tempo uccidendo il nonno per sbaglio, per ovviare al problema del proprio concepimento giace con la nonna diventando appunto il nonno di se stesso. Destabilizzante!

Il paradosso dei gemelli

Il paradosso dei gemelli

Se i due paradossi è che abbiamo appena visto rientrano di più nella fantascienza, più sensato risulta il paradosso dei gemelli. Secondo la teoria della relatività speciale gli orologi in movimento si muovono più lenti, mostrato con esperimenti negli acceleratori. Un altro esempio è quello per cui un viaggiatore dello spazio che viaggia ad una velocità vicina a quella della luce invecchierò più lentamente del fratello o sorella rimasto sulla terra. Quindi chi viaggia nello spazio per un anno potrebbe scoprire che in realtà sulla terra sono passati 100 anni o di più.

Dopo avervi causato un terribile mal di testa, io vi saluto e vi invito a seguire le prossime puntate di Scienza & Gnorri.

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY