Scienza & Gnorri

I Misteri del Cervello: Effetto Ideomotorio

0
Like

Buongiorno a tutti e benvenuti ad una nuova paranormale puntata di Scienza & Gnorri.

Vi è mai capitato di vedere in un film horror i protagonisti usare una particolare tavola per parlare con gli spiriti dei defunti? Quella tavola si chiama Tavola Ouija, uno strumento utilizzato per le comunicazioni paranormali.

English_ouija_boardCome funziona questo strumento?
In caso di seduta spiritica ci ritroveremmo di fronte ad una tavoletta di legno o plastica, con l’intero alfabeto, i numero da 0 a 9, le parole SI e NO e altri simboli. Il medium vi chiederà di mettere le mani su un piccolo oggetto con un foro al centro per vedere la lettera prescelta dagli spiriti. In seguito egli porrà alcune domande dirette allo spirito del defunto. Davanti ai vostri occhi vedrete le vostre mani muoversi verso delle lettere ben precise. Tutti affermano di non essere loro a muovere l’oggetto e che quindi devono essere gli spiriti a parlare attraverso di voi.

magnetizedfingersEsiste però una spiegazione scientifica a questo comportamento: si chiama Effetto Ideomotorio, ed è una reazione inconscia del nostro cervello, che produce un movimento sul corpo che ai nostri occhi sembra inconscio. Facciamo un esempio pratico: unite i palmi delle due mani ed incrociate tutte le dita tranne gli indici, che invece stenderete uno di fronte all’altro. Rimanete in questa posizione ed osservate le due dita. Notate nulla di strano? Le dita non sembrano avvicinarsi l’uni all’altra? Eppure voi non le stato muovendo. Com’è possibile?

L’Effetto Ideomotorio accade quando un’idea genera movimento. In ipnosi viene utilizzata per tradurre un pensiero o un’immagine mentale in movimenti involontari, al di fuori della coscienza del soggetto.

Questa tecnica viene spesso utilizzata dagli atleti, per memorizzare determinati movimenti, in modo che risultino dopo spontanei: si ripete mentalmente il gesto tecnico, senza eseguire realmente il movimento, cercando di “percepirsi” molto distintamente con tutti i canali sensitivi. Questo particolarissimo allenamento si basa sull’effetto Carpenter, che si basa sull’immaginazione di un movimento, che determina una lieve stimolazione dei muscoli interessati dall’attività immaginativa. Il risultato è un rafforzamento e consolidamento della traccia mnemonica del movimento. Cioè in parole povere si rende il movimento il più istintivo possibile, in modo da dimezzare i tempi di reazione.

Gli psicologi hanno ormai evidenziato da anni come questo Effetto Ideomotorio (o Ideoplasia), determini alcuni dei fenomeni paranormali più comuni (la tavola di Ouija per l’appunto o la prova del pendolo). L’Effetto Ideomotorio viene anche usato molto per la terapia ipnotica, provocando come effetti equilibrio neurovegetativo, stato di calma o perfino modifiche di personalità.

In caso vogliate comunque sperimentare la tavola di Ouija, vi consiglio di provare a chiudere gli occhi e lasciarvi guidare dagli spiriti. Il risultato vi stupirà!

Alla prossima settimana con Scienza & Gnorri

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM GIADA

ENTRA NELLA COMMUNITY