LoverCoasters, una vita a testa in giù

Horror Nights all’Europa Park: l’eccellenza europea del “terrore”

0
Like

Tra i vari allestimenti parchistici di Halloween, spicca, a livello europeo, il parco di Rust.

Per questa occasione, anche il coaster EuroSat, si veste a festa e diventa un’enorme zucca; in tutto il parco troviamo gli addobbi tipici della festa americana, la parata assume i colori di Halloween e anche i menù nei punti ristoro si adattano al periodo.

Alcune decorazioni meritano davvero un applauso: i tedeschi hanno un senso dell’umorismo che mi colpisce sempre. Ne è un esempio questa meravigliosa scultura di zucche

Il parco Mack si distingue dagli altri parchi europei, perchè propone una serie di eventi dedicati ai veri amanti del brivido e del terrore: le Horror Nights (qui il sito). (collegamento a http://www.horror-nights.de).
Queste notti dell’orrore si svolgono a partire dal 27 settembre fino al 7 novembre, dalle 19.30 alla mezzanotte.
In un’area ben specifica (che si sviluppa tra il quartiere greco e arriva a toccare la zona svizzera con il coaster Matterhorn) vengono posizionati 6 labirinti e 3 “scare zone”.

Dalla mappa è possibile identificare il livello di spavento del labirinto attraverso il termometrino insanguinato (come siete teneri amici tedeschi) , trovare le attrazioni funzionanti (che sono i coaster Pegasus e Matterhorn e la casa stregata di Kassandra) e capire dove sono posizionate la “scare zone”.
Queste ultime sono delle aree fortemente tematizzate dove gli attori sono liberi di inseguire e spaventare gli ospiti.
A fine serata ci si può divertire nel Vampire’s Club, la discoteca dei Vampiri, che viene allestita ogni giorno a chiusura del parco nella stazione di partenza del Water Coaster Poseidon.

Non mi piacciono le case stregate. Non mi piacciono proprio. Tipo che mi viene l’ansia e la tachicardia.
Per questo motivo le installazioni di Halloween dei parchi, finchè si riducono a zucche e streghette, possono suscitare la mia curiosità, ma quando cominciano ad apparire zombie e mostri vari (soprattutto se appaiono all’improvviso), non sono molto entusiasta, anzi tutto l’opposto. Nonostante ciò mi sono fatta convincere nel 2013 a partecipare alle Horror Nights, spinta dalla curiosità dell’evento in sè e dalla voglia di fare il pieno di adrenalina in vista della chiusura invernale dei parchi.
Mai decisione fu più errata.
L’atmosfera notturna rende tutto molto inquietante e il make up degli attori è decisamente molto realistico (sfogliate la gallery sul sito per farvi un’idea), così come la loro perfetta interpretazione di pazzi squilibrati mostri assassini. Il loro più grande divertimento, ovviamente, è quello di prendere di mira gli ospiti più spaventati: vi lascio immaginare di come, in pochi minuti, avessi una folta cerchia di mostri che mi accompagnava per le buie e terrificanti stradine del parco. Peraltro, questi simpatici personaggi, sono dotati di armi di vario genere (mazze, catene, mannaie…), che non mancano di brandire minacciosamente e di scagliare contro la superficie più vicina a voi, facendovi terrorizzare. (Guardate questo video: https://www.youtube.com/watch?v=Hv57tgKKFPo)
Allora, molto sagacemente, ho deciso di rifugiarmi nell’unico posto in cui mi sentivo al sicuro: il coaster Pegasus. Così, mentre i miei amici esploravano i labirinti e si godevano l’atmosfera da brivido degli allestimenti, io facevo il pieno di adrenalina con 27 (si, 27) giri consecutivi sul family coaster.
Finchè, una sorta di Harley Quinn (per mia fortuna, il personaggio meno spaventoso in giro per Europa Park) ha deciso di accompagnarmi nel mio giro finale. Una volta arrivati alla stazione avevamo stretto amicizia e ci siamo concesse una foto ricordo.

L’evento ha ricevuto diversi riconoscimenti negli ultimi anni: ogni dettaglio è curato nei minimi particolari, a partire dagli addobbi più grandi, alle luci posizionate sapientemente per ottenere un effetto da oltretomba, alle macchinette della nebbia, alla musica di sottofondo. L’ambiente ricreato diventa davvero realistico, al punto da suggestionare gli ospiti più impressionabili (io ne sono la prova vivente), tanto che l’ammissione nell’area delle Horror Night è consigliata a partire dai 16 anni. Se siete dei fanatici dell’orrore e vi annoiate nelle dark ride con gli animatronics, questo è decisamente il momento migliore per mettervi alla prova! L’evento, pur richiamando migliaia di visitatori, essendo collocato in una piccola parte del parco, non permette accessi altissimi (a livello numerico): è consigliabile prenotare i biglietti per l’evento sul sito, per non rischiare di trovare il tutto esaurito. E’ prevista un’area in cui ci saranno punti ristoro e bancarelle dove è possibile acquistare i gadget dell’evento: mi ricordo che nel 2013 era un’area a tema cinese, con le tipiche lanterne rosse a fare da illuminazione.

Menzione speciale va al Vampire’s Club: ogni giorno viene allestita una favolosa pista da ballo sopra i binari delle brachette di Poseidon, e, dove normalmente c’è la coda, la consolle per il dj. Cubisti e cubiste? Ovviamente affascinanti vampiri e vampire.
Qui l’accesso è consentito solo ai maggiorenni: si tratta di una discoteca in piena regola.
Ecco qualche breve video:
https://www.youtube.com/watch?v=s_lMw5zrAuw
https://www.youtube.com/watch?v=dhsuGb1IiUY

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM MAURA CANTADORE

ENTRA NELLA COMMUNITY