HeArT

Home Festival e Booktilla: sentirsi a casa rispettando l’ambiente

0
Like

Home Festival e Booktilla sono accomunati da valori di sostenibilità, rispetto per l’ambiente e sano divertimento proteso al miglioramento della qualità della vita delle persone. Non è un caso quindi che la loro collaborazione in occasione dell’evento musicale del primo weekend di settembre a Treviso abbia un che di naturale, e costituisca la giusta combinazione per sentirsi davvero a casa.

Bentornati a casa! Dal 31 agosto al 4 settembre nell’area ex Dogana a Treviso si terrà la settima edizione dell’HOME Festival: saranno cinque giorni di divertimento, sorrisi, arte e cultura che promettono di vivere un’esperienza unica agli spettatori dei concerti, e non solo per il rilievo internazionale degli artisti musicali che suoneranno.

Dagli Editors ai Prodigy, dai 2Cellos a Max Gazzè, da I Cani ai Ministri. I grandi nomi musicali a Treviso arrivano sempre con l’Home, anche se questo non è necessariamente l’obiettivo di Amedeo Lombardi, il founder e organizzatore dell’evento. HOME Festival, infatti, è soprattutto uno state of mind, in uno spazio di centomila metri quadri, dove ci sono aree dedicate allo sport, alle attrazioni, all’arte e ai dibattiti letterari. Ciò che accade in questi pochi giorni non è solo arte e cultura, è vera e propria vita. Una vita che si svolge a casa e che sta estendendo sempre di più i propri confini.

Home Festival TrevisoL’HOME Festival è passato dalle 27.000 presenze del 2010 alle 80.000 presenze del 2015, passando per le 107.000 nel 2013, ultimo anno in cui era gratuito. Ogni anno ha coinvolto otto palchi, 160 show, 500 volontari coinvolti, 90 aziende e 150 giornalisti accreditati. Quest’anno l’ingresso costerà 22 euro al giorno più diritti di prevendita, oppure 70 euro in abbonamento per tutte e quattro le giornate. La serata di Mercoledì 31 agosto, invece, sarà gratuita grazie alla partnership con Aperol Spritz.

Ma la casa dell’Home non è solo concerti, come abbiamo detto: è anche Home Party, con il Colors Splash Party e Holi – il Festival dei Colori; è anche Camping, con il nuovo Home “Garden” (dopotutto, a una casa non può mancare il suo giardino) da 1000 posti; ed è anche Sport, con tornei di beach volley, basket e calcio più dimostrazioni di danza e fitness.

Home Festival Treviso

Anche la famiglia è al centro delle attenzioni degli organizzatori del Festival: su due adulti che accompagnano un bambino con età inferiore ai 12 anni, solo uno paga il biglietto. E questo bambino potrà esprimere la propria creatività grazie al contest “Disegna la tua casa”: il vincitore potrà dare agevolazioni a tutta la propria famiglia e regalarle una backstage experience.

Ci sarà infine la House of Art, un’area dove troveranno spazio tutte le Arti: tra gli artisti presenti ci saranno Michelangelo Pistoletto con la sua Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, il Terzo Paradiso, e l’installazione site specific “Senza Terra / Without Land” del critico veneziano Boris Brollo, direttamente dalla Biennale di Venezia 2016.

Non possono mancare a questo Festival dalle mille sfaccettature anche partner degni della sua rilevanza e dei valori che vuole trasmettere. Qual è infatti il miglior modo per stare insieme se non quello di rispettarsi? E il rispetto più grande parte dal rispetto dell’ambiente.

Booktilla è un’originale borraccia di design creata dall’azienda di Manuel Bordignon, Sintegy, pensata per ridurre gli sprechi e diminuire il consumo di acqua in bottigliette di plastica. Dal design inconfondibile, Booktilla è una borraccia piatta con il tappo decentrato in asse orizzontale, un nuovo modo ancora più comodo per bere senza spreco. Ideale per essere trasportata e per essere riutilizzata, grazie ai materiali innovativi che ne consentono l’alta durevolezza, Booktilla è in grado di veicolare non solo il messaggio di eco-sostenibilità ma anche quello di altre imprese o iniziative sociali che vogliano esprimere il proprio racconto sul packaging della borraccia.

Booktilla

Nella “House of Art” si farà infatti strada l’edizione speciale Booktilla 4Home Festival, che avrà una nuova veste e un packaging diverso dall’originale Bookbox che normalmente riveste la borraccia. Una fascia in ecopelle dotata di un moschettone per permettere un facile trasporto contornerà infatti il design piatto della borraccia, e sarà disponibile in due colorazioni: rossa e nera. La borraccia speciale potrà essere acquistata online a questo link al prezzo speciale di €13,50 (dopo la fine del festival costerà 18€), oppure presso lo stand del merchandising ufficiale del festival a 15€, dove si potrà anche ritirare dopo averla ordinata online.

Lo spreco di bottiglie di acqua in plastica ha raggiunto nel 2016 livelli altissimi, e l’Italia è purtroppo il Paese europeo dove il consumo di imballaggi in plastica per l’acqua è più alto: gli italiani consumano in media ben 190 litri di acqua in bottiglie di plastica ogni anno (il 50% in più degli americani), per un utilizzo di 540 milioni di litri di petrolio e 1,2 milioni di tonnellate di CO2 per il confezionamento di 6 miliardi di bottiglie nel 2011. Numeri allarmanti, che ci trasmettono un po’ di timore per il nostro futuro. Ma un’alternativa è possibile, soprattutto perché numerosi studi hanno dimostrato che l’acqua di rubinetto è altrettanto sicura e buona rispetto a quella in bottiglia. La nocività sta nella plastica: l’esposizione delle bottiglie in PET al calore e alla luce solare può formare l’antimonio, una sostanza cancerogena. Per cui, largo ad iniziative come Booktilla!

La collaborazione tra due realtà come HOME Festival e Booktilla, così attente ai temi dell’eco-sostenibilità e del rispetto dell’ambiente, nonché all’impegno in ambito sociale, non ci può che fare ben sperare sulle abitudini di consumo nel nostro Paese, pieno di giovani e di realtà che vogliono dimostrare di voler cambiare direzione. Perché dopotutto, in questo mondo vogliamo sentirci tutti a casa. E iniziamo questo weekend partecipando all’HOME Festival con la nostra Booktilla.

Booktilla e Home Festival

Spiacenti, i commenti sono chiusi ...

MORE FROM RICCARDO CONI

ENTRA NELLA COMMUNITY