Connessioni

Frances Ha, una di noi.

0
Like

Raramente capita di guardare un film in un periodo della vita in cui ti ci puoi riconoscere a fondo.
Frances Ha per le ragazze della mia età (dai 25 ai 30) è questo: un ritratto di una ragazza comune che attraversa un periodo della propria vita in cui non ne va bene una (ma nemmeno una eh) ma non si abbatte e continua camminando (anzi nel caso della protagonista, ballando) a testa alta. E dopo una batosta si rialza ancora e ancora e non perde mai la dignità, pronta per prendere in faccia il prossimo schiaffo dalla vita.

poster

Frances, interpretata dalla bravissima Greta Gerwig, è una ragazzona di 27 anni, alta, impacciata e poco femminile, nonostante sia una ballerina. Vive a Brooklyn con la sua amica del cuore Sophie con la quale ha un rapporto quasi simbiotico e che la porterà a rinunciare alla proposta di convivenza del suo fidanzato. Peccato che dopo poco sarà la stessa Sophie ad abbandonarla per trasferirsi in un quartiere più cool della grande mela, nonostante ciò significhi andare a vivere con un’altra ragazza con la quale non ha poi un gran rapporto. A complicare il tutto, poi, ci si mette un ragazzo, Patch, che finirà per allontanare ulteriormente Sophie dalla sua migliore amica.
Frances ritrovatasi sola e senza i soldi sufficienti a pagare l’affitto (fa parte di una compagnia di ballerini ma non ufficialmente), attraverserà una serie di altre esperienze in solitaria conoscendo una vasta varietà di tipi umani. Nessuno, però, è in grado di prendere il posto di Sophie, presenza fissa nei pensieri e nelle parole di Frances che la ritrova nei discorsi di amici comuni e reagisce come un’ex fidanzata ferita e non come un’amica.

Ma è proprio questo il punto centrale del film: l’amicizia tra Frances e Sophie sembra uno di quegli amori maturi (“Siamo come una vecchia coppia lesbica che non fa più sesso” arrivano a dirsi) in cui si litiga, a volte non ci si sopporta ma alla fine ci si riconcilia. Sempre citando le parole di Frances:

“È quella cosa quando sei con qualcuno e tu lo ami e lui lo sa e anche lui ti ama e tu lo sai. Ma sei a una festa e tutte e due state parlando con altra gente, poi guardi in fondo alla sala e i vostri sguardi si incrociano, ma non in maniera possessiva o con l’intenzione di fare sesso, ma perché quella è la tua persona in questa vita.”

Frances HA

Un piccolo gioiello indipendente questo Frances Ha, che trova tutta la sua potenza nell’interpretazione di Greta Gerwig (non mi veniva in mente dove potevo averla già vista e solo ora ho capito che era in To Rome with Love di Woody Allen) e nella regia di Noah Baumbach.
Il film è in bianco e nero ed è un omaggio contemporaneamente alla nouvelle vague francese e ai film di Woody Allen, primo fra tutti Io e Annie, di cui Frances potrebbe essere la figlia.
Da non tralasciare la colonna sonora con Modern Love di David Bowie come tema centrale del film. Ulteriore motivo per guardare il film? C’è Adam Driver, l’Adam di Girls che non è oggettivamente bello ma ha quel che…

Il film, uscito negli Stati Uniti ormai un annetto fa, per ora è stato proiettato al recente Torino Film Festival dove è stato accolto molto calorosamente e sarà distribuito anche in Italia nei primi mesi del 2014 dalla nuova casa di distribuzione Whale Pictures.

 

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM GIADA TOSO

ENTRA NELLA COMMUNITY