… Ovvero l’aperitivo che più romantico non si può!

La settimana scorsa vi abbiamo portato a fare l’aperitivo dal pescivendolo, vi ricordate?!

Fiori-e-specialità-francesi

Bene, questa settimana cambiamo nettamente profumo e vi portiamo in fioreria.

Si avete capito bene, in fioreria… Tranquilli non capiterà anche la prossima settimana, non andremo a prendere l’aperitivo dal fruttivendolo o dal meccanico. Non funziona così… ;)

Lo potremmo definire più concretamente un format, un programma, uno stile, una moda. Ah! Ecco la parolina magica… Moda!

Non a caso sta prendendo piede proprio a Milano, perché, si sa che li la vita scorre leggermente più in fretta che nel resto delle province italiane.

E così dall’aperitivo in pescheria dove si è già arrivati ad aprire il ristorante sopra la pescheria, la ricerca di qualche avanguardia si è spinta fino alle fiorerie.

interniSono tre i negozi milanesi, che dopo l’orario di lavoro smettono i panni del fioraio/a e accolgono una nuova tipologia di cliente per l’aperitivo fino anche alla cena.

Stiamo parlando del Fioraio Bianchi di Brera, dove potete gustare cocktails e specialità francesi in un ambiente intimo ed elegante a lume di candela.

Il Mint a due passi da Piazza della Repubblica dove oltre  a piante e fiori trovate anche un Bistrot, fiori-e-vinidopo le 19 scatta l’ora X e i giovani si ritrovano per dell’aperitivo.

Un altro è il Bibouq che propone fiori e calici di vino, questo perché da poco hanno ampliato l’attività come enoteca e dalle 18 di sera partono le ordinazioni di rosso, di bollicine accompagnati da piatti di affettati o carpaccio di chianina… Niente male vero?!

Alt fermi… Non penserete che in Veneto patria di beoni e lavoratori ci siamo lasciati scappare un’occasione per fare la differenza?!

Certo che no!!!

Infatti, già in tempi non sospetti, a Venezia nasceva un locale che coniugava vino e fiori e non solo. (Chissà quindi chi sia arrivato davvero per primo, se i milanesi oppure i veneti :P )

Si tratta de La Serra dei Giardini e si trova vicino alle fondamenta San Giovanni di fronte ai giardini della biennale.
Ha un fascino tutto suo passeggiare lungo quel viale alberato (un piccolo giardino a dire la verità) gettando lo sguardo verso il mare, quando si arriva poi alla fine del viale la serra è li a sinistra.
Una struttura molto ampia di inizio ‘900 in stile Liberty.

Non è una serra comune come avrete ben capito ma un centro culturale, un punto di incontro per adulti e famiglie. Vengono avviati dei corsi, forte è la collaborazione con le scuole per l’educazione ambientale.

Ma la serra è anche uno spazio espositivo per artisti, offre musica live e la possibilità di festeggiare il vostro compleanno.

Qui potrete leggere in pieno relax immersi nel verde e forse ricevere anche la visita della loro placida gatta Meringa.la-gatte-della-serra

Una curiosità è la lavagna appesa che riporta la scritta “Caffè Sospeso”…

Per chi non la conoscesse, si tratta di una sana abitudine che prevede che alcuni clienti decidano di lasciare al gestore, il resto, non più come mancia ma per destinarlo alla consumazione di un caffè a chi versa in condizioni economiche sfavorevoli

Non c’è che dire, una dimostrazione di umanità e generosità molto veneziana dalla quale prendere esempio.

Vuoi scrivere un commento?
Effettua la registrazione da questo link:

Registrati

MORE FROM MARION E FABIO

ENTRA NELLA COMMUNITY